IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

martedì 24 febbraio 2015

Open water navigation and tidal planning with Trys Morris!

Last Monday I joined Trys Morris at Surf-Lines to refresh the Open Water Navigation and Tidal Planning course. It's a theory-based course usually needed prior the 5* sea leader assessment but the two people booked in that course  were more interested in planning long unsupported crossings rather than in the assessment.
We spent all the day studying tidal streams and the three different methods for allowing for tidal streams on an open crossing (timing the crossing to allow for tide, tidal movement hourly plots and tidal vector plots). I spent some more time trying to remember lot of English techincal words (as crocodile model, for example!).
Was very interesting for me planning a 10 hours crossing between the French Islands on the English Channel (using with 10 vectors and calculating big amount of numbers) and discover at the end that we all planned the same route, with a difference of just 1° on our heading :-)

Trys at the whie board explaining one of three methods for allowing for tidal streams on an open crossing...
I put one of this tricky mini plotter on my whish list :-)
Training hard, assessing easily!
Lo scorso lunedì ho seguito il corso di Trys Morris sulla Navigazione d'altura e la pianificazione delle maree. E' un corso necessario per accedere all'esame da 5* leader ma i due iscritti sembravano ben più interessati (e giustamente!) a programmare lunghe traversate non assistite.
Abbiamo trascorso l'intera giornata a studiare le correnti di marea e i tre diversi metodi per calcolare la corrente nelle lunghe traversate in mare aperto. Io ho dovuto recuperare un serie di vocaboli tecnici inglesi che avevo bellamente dimenticato (tipo "modello coccodrillo, per esempio!).
E' stato per me davvero molto interessante rinfrescare vecchi concetti e studiare un traversata di 10 ore tra le isole francesi del Canale della Manica (con 10 vettori e un sacco di numeri per calcolare la velocità della marea in un dato giorno d'estate!). E' stato soprattutto molto divertente scoprire alla fine che avevamo scelto tutti la stessa rotta, con uno scarto di appena un grado!

Nessun commento:

Posta un commento

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog