IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

giovedì 28 dicembre 2017

Calendario 2018!

Come ogni anno, Mauro ha scelto 12 immagini dal nostro ultimo viaggio estivo che da maggio a settembre 2017 ci ha portato a pagaiare lungo le coste delle Isole Ioniche e del Peloponneso
Ha così preparato il calendario per il nuovo anno, che si può scaricare dalla pagina delle pubblicazioni del sito di Tatiyak a questo link. Buon anno nuovo!


As usual, Mauro has selected 12 pictures from our last summer sea kayak trip around Ionian Islands and Peloponneso to realize the new year calendar for 2018. 
He also has updated our website and you can easily down-load it following this link on Tatiyak's web-site. Enjoy it! 

giovedì 21 dicembre 2017

Happy holidays to everybody!

Approfittiamo del solstizio d'inverno e della perfetta falce di luna per augurare a tutti delle splendide vacanze di fine anno: che il nuovo anno sia migliore di quello che sta per concludersi! Auguri!


Taking advantage of the winter solstice and the perfect crescent moon, we send you all our best wishes for wonderful holidays: wish the new year will be better that the past one! Happy holidays! 

lunedì 18 dicembre 2017

Breve, intensa e ricca pagaiata sul Lago d'Iseo!

Una delle ultime pagaiate dell'anno, probabilmente!
Abbiamo approfittato dell'invito che ci hanno rivolto gli amici dell'ATLS del Lago di Iseo per presentare i nostri due ultimi viaggi in kayak da mare alle Isole Cicladi nel 2016 e alle Isole Ioniche e nel Peloponneso nel 2017 per trattenerci un giorno in più sulle sponde del lago pre-alpino e per pagaiare in ottima compagnia alla volta di Mont'isola, la più grande isola lacustre d'Europa.
Sono bastati pochi minuti per trovare a pelo d'acqua, nell'ordine: una scatolina verde, una pallina verde, una paperella gialla stupendissima ed una palla di natale giallo oro! Cosa chiedere di più?

L'imbarco "classico" al Sassabanek di Iseo lago...
La mia opera d'arte preferita (sempre di ferro, si!)
La breve traversata verso Mont'isola!
Quante risate per montare 'sto cartello!!!

La giornata era molto fredda, con la colonnina di mercurio sotto lo zero sia la sera prima che la mattina stessa, ma dopo qualche tentennamento è uscito un timido sole cinerino che a malapena ha illuminato il lago. Il vento è sempre stato contrario, sia all'andata verso nord che al rientro verso sud, quando ha cambiato direzione proprio insieme a noi e la puntualissima "Ora", la brezza tipica del lago, ci ha scortato fino al rientro. Prima dei saluti finali attorno ad una birra e ad una cioccolata calda, abbiamo scambiato ancora quattro chiacchiere e risate mentre gli ultimi caricavano i kayak in auto... alla prossima, chissà se quest'anno o il prossimo!

martedì 12 dicembre 2017

BC 4* training around Palmaria Island...

La British Canoeing è in continuo movimento e ogni tanto aggiorna programmi e corsi.
A partire dal 2017 ha deciso di cambiare nome al vecchio corso 4 stelle, che è ora diventato il "Moderate Water Leader award" per meglio evidenziare le condizioni meteo-marine in cui si svolge.
Lo scorso fine settimana abbiamo sperimentato che mai aggiornamento è stato più azzeccato: l'allerta rossa diramata dalla Protezione Civile in tutta la Liguria ci aveva fatto temere in un primo momento di non poter uscire in kayak, ma l'area ridossata e protetta di Le Grazie, il porticciolo turistico a ridosso di Portovenere, ci ha invece offerto la sponda per imbarchi tranquilli e pagaiate indimenticabili.
Il corso si è presto trasformato in una lunga tre giorni di mare, di onde, di vento, di pioggia e di grandi emozioni che ricorderemo a lungo!

Tobias nelle onde di ritorno dell'estremità meridionale della Palmaria...
Il gruppo in navigazione lungo il versante occidentale della Palmaria...
Mauro tra le onde nell'ingresso di Portovenere
Un momento di respiro tra le raffiche che imperversavano nel golfo e al largo...
Il gruppo al gran completo, con Mauro, Luigi, Gianni, Fabio, Tobias e Tatiana: grazie a Luca Tixi per lo scatto perfetto!

Il venerdì le previsioni annunciavano forti venti da nord, un Beaufort 6 con punte a 7 e 8 per le raffiche violente che spazzavano il golfo di La Spezia a 20 nodi, con punte anche di 35 nodi. Ha piovuto solo nel tardo pomeriggio ed abbiamo avuto la fortuna di imbarcarci e di sbarcare senza essere sopraffatti da un tempo tipicamente britannico, con quattro stagioni a rincorrersi in un solo giorno.
La giornata del sabato, invece, prevedeva forti venti da sud, con un Beaufort 5 e raffiche leggermente più contenute a 25 nodi: uno spiraglio di sole ci ha fatto compagnia durante la pausa pranzo e ha accompagnato anche il periplo dell'Isola di Palmaria, affrontato in formazione compatta e con un perfetto controllo del gruppo, che in varia misura ha approfittato delle esaltanti condizioni del mare.
Il giorno conclusivo della domenica, poi, è stato il più entusiasmante di tutti: le previsioni erano incerte ed i venti variabili e provenienti da tutti i quadranti meridionali. Quando siamo usciti la pioggia fitta e spessa riduceva la visibilità al punto che non si scorgeva l'altro versante del golfo: intorno all'ora di pranzo le onde si erano alzate così tanto da ricoprire in maniera continuata e sempre più aggressiva la diga foranea di ingresso del porto di La Spezia.

Uno dei momenti dedicati alla navigazione teorica e alla pianificazione dell'escursione...
Le diverse reazioni ad un traino di contatto :-)
Salvataggi assistiti in acque profonde (e dal colore opalino!)
Un perfetto esempio di comunicazione non verbale durante uno dei tanti salvataggi...
Da fuori sembra sempre che non ci sia poi molto là in mezzo!
Lo sbarco a Le Grazie: stanchi, bagnati e soddisfatti!

E' stato uno spettacolo raro e suggestivo, che abbiamo avuto la fortuna di godere dal kayak: il mare è un elemento vivo e vitale che non risparmia mai sorprese e che in queste occasioni ci fa capire quanto sia più bello ed affascinante godere delle sue intemperanze a pelo d'acqua invece che dall'alto di scogliere o di punti panoramici. Colori, odori e rumori diventano speciali, vividi i primi, rarefatti i secondi e ovattati gli ultimi, come se il kayak fosse circondato da una specie di alveo protettivo...
Siamo rientrati tutti molto emozionati e soddisfatti: un fine settimana intenso, un corso molto impegnativo ma anche divertente e formativo, con tantissime prove di salvataggi, traini e ben orchestrate conduzioni del gruppo, con molte manovre provate e riprovate in mare formato, tra onde alte anche un paio di metri e con quelle creste sempre frangenti e spezzate dalle raffiche gelate provenienti dal largo oppure dai monti retrostanti. Che giornata! Che fine settimana! Che corso!
Insomma, è stata una bellissima esperienza di crescita individuale e collettiva: grazie a tutti i presenti, ai partecipanti che con grande determinazione hanno affrontato le giornate in acqua, agli assistenti che ci hanno affiancato per innalzare la sicurezza in mare e per garantire una discreta documentazione video-fotografica delle varie giornate.
Peccato solo per le gocce di pioggia che hanno rovinato la maggior parte degli scatti, ma una cosa speciale è accaduta a tutti noi: le nostre retine ed i nostri neuroni hanno registrato dei momenti di eccezionale vitalità che hanno lasciato un segno indelebile.
Non sarà facile toglierci di dosso quelle emozioni!

giovedì 7 dicembre 2017

Itinerari alternativi...

Era da tempo che sognavamo di farlo: tra un raduno nazionale ed un corso di kayak, ci siamo concessi qualche giorno di vagabondaggio su e giù per la Lunigiana, una delle regioni italiane più ricche di fascino e di mistero.
Siamo prima saliti ad esplorare le cave di marmo di Carrara, seguendo il vecchio tracciato della dismessa Ferrovia Marmifera alla scoperta del più grande bacino estrattivo del mondo, unico nel suo genere per storia, archeologia, geologia, arte e cultura.


Siamo poi entrati nella profonda Valle del Magra sulle tracce delle antiche Statue-Stele Lunigianesi, conservate nei nuovi e suggestivi spazi espositivi del Castello del Piagnaro di Pontremoli: la visita del museo ci ha permesso di apprezzare da vicino le famose statue megalitiche scolpite nell'arenaria dalle popolazioni vissute più di 5000 anni fa...
Dopo qualche giorno trascorso tra le montagne innevate, percorrendo strade isolate ed immerse nel silenzio di castagneti ed uliveti, sempre coi nostri fidati kayak al seguito, abbiamo sentito forte ed irresistibile il richiamo del mare!

domenica 3 dicembre 2017

Wiskie 2017

E' di nuovo quel periodo dell'anno.
Come tradizione ormai consolidata, anche quest'anno si è svolto il raduno per lo scambio degli auguri di fine anno organizzato dall'inossidabile Luciano Belloni.
Qualcuno ha suggerito di cambiare il nome da Winter in Windy: noi che siamo arrivati per la cena del sabato, abbiamo potuto apprezzare il vento solo per le folate che strapazzavano gli alberi.


Una domenica di sole e calma di vento ha visto il promontorio di Monte Marcello circondato da una quarantina di kayak colorati, che alla spicciolata hanno raggiunto la piccola di spiaggia tra Tellaro e Lerici.
Al rientro i pagaiatori hanno ritrovato gli accompagnatori (tra cui lo "scriba"!) che dopo una visita dall'alto hanno ingannato l'attesa incrociando le gambe sotto al tavolo...
La luna piena sorta dalle Apuane appena innevate ha salutato i partecipanti diretti ai propri lidi.
E' sempre un piacere ritrovare vecchi e nuovi amici!