IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

mercoledì 24 dicembre 2014

Happy Holidays!

Auguriamo a tutti di trascorrere delle feste felici!

... le nostre grandi passioni: leggere e pagaiare...
Wishing you all the best this Holiday season!

domenica 21 dicembre 2014

Winter season officially started!

Uno spettacolare tramonto sul lago, ha ufficialmente annunciato l'inizio dell'inverno!


A magic sunset on the lake officially introduces the winter season!

mercoledì 17 dicembre 2014

Rainy Sunday on the lake...

Un'altra domenica di pioggia sul Lago Ceresio: 20 chilometri di nuvole basse, tonalità cinerine e silenzi prolungati. Nessun'altro sull'acqua, salvo aironi, folaghe, germani, svassi e cormorani. Ed i tanti cerchietti regolari delle gocce d'acqua... Dei quattro compagni di kayak, uno solo ha continuato a sorridere per tutto il tempo.

Poco oltre lo stretto di Lavena Ponte Tresa...
Gianni in tenuta invernale e sorriso d'ordinanza!
La magia di queste giornate piovose d'inizio inverno...
One more rainy Sunday on the Lake Ceresio: 10 nautical miles into clouds, grey colours and long silence. No one on the water except us and some herons, coots, mallards, great crested grebes and cormorans. And lot of little circles made by raindrops... Between four paddle buddys, just one was smiling all the time.

lunedì 15 dicembre 2014

No-Na-Nuk!

Il viaggio in Groenlandia di Giancarlo Albertari e Luciano Riva deve essere stato davvero entusiasmante. Le emozioni sono calate sulla sala insieme alle luci. Il racconto per immagini ha subito catturato l'attenzione dell'uditorio. Un centinaio di persone sono state trasportate tra i ghiacci del grande nord, tra iceberg cristallini e paesaggi incontaminati (o quasi). Chi si è fatto prendere dalla frenesia dei regali natalizi o è rimasto impigliato nelle incombenze tipiche del fine settimana ha perso un'occasione unica: quella di conoscere da vicino la Groenlandia di Ammassalik, di scoprire uno dei luoghi di nascita del kayak da mare, di solcare le acque fredde dell'Artico... e di sentire il rumore del ghiaccio che si spacca, quel crepitio che arriva da vicino e da lontano e riempie il silenzio.
Il film di Giancarlo e Luciano ha vinto il primo premio della rassegna annuale "La Canoa Esplora il Mondo" organizzata dal Canoa Club Milano e continuerà a girare l'Italia. Ci saranno certamente altri incontri con i due amici pagaiatori, che già pensano di tornare in Groenlandia. Vale davvero la pena di ascoltare i loro racconti e di condividere l'esperienza straordinaria da loro vissuta...

Giancarlo in azione...
Un gran bel posto per scrivere il diario di viaggio!
Il viaggio è stato guidato da Martin Rickard: sono già uscite le nuove date per il 2015...  
Tutti sul palco: il presentatore, il rappresentante di Sullacqua e gli esploratori artici
Una delle immagini dell'avventura dei Ragni di Lecco...
La serata organizzata da Sullacqua lo scorso sabato 13 dicembre 2014 presso la sala polivalente del Comune di Lavena Ponte Tresa è stata un piccolo successo. Adulti e bambini hanno seguito per qualche ora le vicissitudini di diversi esploratori artici. Insieme a Giancarlo e Luciano, infatti, anche Matteo Della Bardella ha presentato la spedizione a Scorebysund: 200 km in kayak per raggiungere il campo base da cui tentare (con successo!) la prima scalata di un parete verticale impressionante. Dopo lo Shark's Tooth i tre scalatori dei Ragni di Lecco si sono cimentati in altre scalate e poi sono rientrati, sempre in kayak, al villaggio Inuit da cui erano partiti alcune settimane prima. Loro tre sono stati più fortunati di Giancarlo e Luciano: un orso polare lo hanno incontrato per davvero, una femmina curiosa che si è spinta a frugare fin dentro il rudere in cui avevano trovato riparo per l'ultima notte... ed il fucile era rimato nei kayak: deve averli accompagnati sempre una buona stella!
E' stato molto bello assistere allo scambio di sinceri compimenti che Matteo, Luciano e Giancarlo si sono scambiati sul palco: si erano appena conosciuti ma si capiva che si erano trovati...

sabato 13 dicembre 2014

Spedizioni in Groenlandia...

Il richiamo del grande artico è sempre stato molto forte per tutti noi kayaker.
Pagaiare tra i ghiacci della Groenlandia è un sogno che per alcuni è diventato realtà...
L'associazione Sullacqua, una delle più attive sul territorio, organizza una serata all'insegna del kayak e dell'avventura: nella sala polivalente del Comune di Lavena Ponte Tresa, sabato 13 dicembre 2014 alle ore 21 (ingresso libero!), sarà possibile incontrare i protagonisti di due spedizioni davvero particolari lungo la costa orientale della Groenlandia...

Una serata per sognare insieme: non mancate!
Tre ragazzi dei Ragni di Lecco si sono cimentati in un'impresa fuori dal comune di cui abbiamo già parlato nella newsletter di ottobre 2014: pagaiare per 200 km, raggiungere il campo base e poi scalare la parete verticale dello Shark's Tooth a Scorebysound.
Diverso approccio per i due amici kayakers Giancarlo Albertari e Luciano Riva, che seguiamo da tempo nella preparazione della loro avventura artica (newsletter di luglio 2014): hanno trascorso tre settimane tra gli abitanti del distretto di Ammassalik e sono rientrati carichi di entusiasmo, ricordi, filmati, aneddoti e... voglia di ritornare in Groenlandia!!!

giovedì 11 dicembre 2014

Level 3 Coach training around Palmaria Island...

Tre giornate di sole primaverile, qualche scroscio di pioggia durante la prima notte, folate di vento gentile a scansare nubi sfilacciate per lasciare il giusto spazio alla luna piena.
Due allievi, otto amici, un'isola. E tutto il suo fascino.
Il mare all'intorno, la macchia profumata, il sottobosco pieno di funghi porcini (raccolti e cucinati con la polenta!). Il sentiero che si inerpica fino al forte, vari belvedere affacciati sul mare, il profilo lontano di Gorgona a sud-est e dello scoglio Ferale a nord-ovest. Il campo montato sotto il solito boschetto di pini marittimi, la tavolata imbandita sulle pietre di scisto, la scorta di liquori per accompagnare la notte...
E poi la traversata tra le onde, lo sbarco tra i frangenti, un salvataggio seguito da una zattera ed un traino. Ed ancora lo scivolo di alaggio con i grossi tronchi spiaggiati, la spiaggia mangiata dall'ultima mareggiata, la pagaiata conclusiva nella risacca schiumosa sotto le scogliere di Palmaria, Tino e Tinetto. Le campane a festa di Portovenere che salutano il nostro ingresso nello stretto, la solita pausa a Tellaro tra decine di scatti fotografici, un kayak che si avvia solitario nel tramonto...
L'isola della Palmaria è una piccola oasi di pace, un luogo magico nella sua comune semplicità. Un lembo roccioso adagiato ai piedi delle Cinque Terre dove non è mai difficile trasformare i sogni in realtà.

Alla partenza da Marinella di Sarzana con Marco, Andrea, Mauro, Gianni, Mirella, Andrea e Guido...
Il temporale della sera...
L'accampamento
E' sempre difficile lasciare l'isola...
The end.
Three sunny days, a rainy night, some wind and waves waiting for the full moon.
Two students, eight friends, one island. And its charm.
The blue sea all around, the perfumed Mediterranean scrub, mushrooms around the camp (cooked for dinner with polenta!). The path to reach the top of the hill, lot of viewpoints along the way, the profile of southeast Gorgona Island and of the northwestern Ferale rock-cliff. The tents piched up under the usual maritime pines, the table made by stones and the seat made by wood, bit of alcool to go along the night...
And then the crossing among the waves, the landing among the dump, a rescue followed by a double raft towing. And still the sliding way made by old big trees, the beach eaten by the last coastal storm, the last day paddle in the foamy backwash under the cliffs of Palmaria, Tino and Tinetto islands. The lunch stop in Portovenere and Tellaro among tens of pictures, a single kayak that slides alone in the sunset...
The island of the Palmaria is a small oasis of peace, a magic place in its common simplicity. A rocky edge abandoned to the feet of the Cinque Terre in Liguria, Italy, where is always easy to come back for turning dreams into reality.

mercoledì 3 dicembre 2014

December newsletter... the last one for a while!

Abbiamo appena pubblicato sulla pagina dedicata del sito di Tatiyak l'ultima newsletter di dicembre.
Sarà l'ultima per un po' di tempo, fin quando non sarò rientrata in Italia... leggere per capire ;-)
Stiamo lavorando al programma di corsi 2015 e troveremo il modo di mantenerci in contatto.

Per leggere la newsletter clicca qui
We've jsut upoload Tatiyak website with the latest newsletter of December 2014.
It will be the last one for a while, since I will come back home... read to understand ;-)
We're working on new courses for 2015 and we surely find a way to keep in touch.

lunedì 1 dicembre 2014

Winter is coming...

La settimana scorsa ero a Procida, in kayak. Grazie ad un amico che mi ha prestato tutto il necessario (kayak, pagaia, giubbotto e paraspruzzi) ho trascorso in buona compagnia un'indimenticabile giornata al mare... in costume, shorts e maglietta! Ieri, invece, ero sul Lago Maggiore: e ho capito che l'inverno è ormai arrivato!!!

I miei due studenti modello, Mirella e Gianni, in contemplazione (spero!)
Non ha mai smesso di piovere, mai!
Mauro, il Voyager ed il Monte Sasso del Ferro
Last week I was in Procida, a wonderful island near Naples. Thanks to a friend of mine who is alwasy so kind to borrow me evertything I needed (kayak, paddle, pfd and spryskirt), I was paddling around in shorts an shirt! Yesterday I was back on Maggiore Lake, on the far North: and I finally understood that the winter is coming!!!

mercoledì 19 novembre 2014

One more 3 star course in Cagliari: last one of the year!

L'ultimo corso 3 stelle BCU non poteva trovare migliore collocazione.
Cagliari ci ha accolto in tutto il suo splendore ma con un tempo assai mutevole. Le tre giornate sono state inondate dapprima di sole, poi di pioggia, ed infine dal vento teso di terra. Uno straordinario arcobaleno completo e doppio ha incorniciato le nostre uscite in mare, emozionandoci come bambini!
Il gruppo omogeneo ed allegro è stato uno dei migliori di sempre ed uno speciale ringraziamento va a Luca Basciu della "Fiberglass Kayak" che non solo ha coordinato le attività a terra (pranzi caldi, docce calde, merende con tè caldo!) ma mi ha anche messo a disposizione una delle barche di sua produzione... il divertimento è stato sempre assicurato da una serie di trovate didattiche indimenticabili e le continue risate hanno mantenuto gli addominali in allenamento! (Altre foto dei vari protagonisti su facebook...)
Dovremo aspettare il 2015 per degli altri corsi 3 stelle BCU ma ce ne sono già diversi in programma: l'avventura continua!

Il primo giorno di sole sul molo del Poetto...
Da sinistra ai miei lati: Stefano, Luca, Asterix, Domenica, Daniela e Alessandro
Il cielo si rannuvola...
... e la pioggia cade fitta fitta!
Lo spettacolo emozionante del doppio arcolabeno...
... fotografato da ogni possibile angolazione!
I traini nel vento, prima a secco e poi in mare...
La nuova formazione "a cucchiaio"...
... e l'ultimo gioco di equilibrio al tramonto!
We could not find a best location for our last BCU 3 star course of the year.
Cagliari is one of the most interesting city of Sardinia Island and last week end the weather was quite unpredictable. The three days of the course and the assessment are been flooded at first by sun, then by rain, and finally by a strong inshore wind. An extraordinary complete and double rainbow has framed our paddling on the sea, giving us such a big emotion! The homogeneous and happy group has been one of the best ever and a big thank goes to Luca Basciu, owner of "Fiberglass Kayak", for his help and kayak... lot of fun and laugh! (more picture on facebook...)
We must wait till 2015 for new 3 star courses but there are some already scheduled: the adventure will goes on!

giovedì 13 novembre 2014

Three Italian newest BCU Level 2 Coaches!!!

Si è svolto lo scorso fine settimana l'esame finale per diventare Level 2 Coach BCU.
Si sono ritrovati sul Lago di Lugano i tre candidati provenienti da Torino, Udine e Trieste.
L'esaminatore, invece, è arrivato dal Regno Unito: Ashley St-John Claire è tornato in Italia per valutare la preparazione didattica raggiunta dagli insegnanti italiani durante il lungo tirocinio annuale (il corso si era svolto l'anno passato a Vulcano!).
Ashley era già venuto in Italia nel novembre 2012 per l'esame Level 2 Coach, che all'epoca avevamo sostenuto il mio amico tedesco Trenk ed io, ed era poi ritornato nel maggio 2013 per il secondo corso Level 1 Coach, organizzato da Tatiyak sul Lago Maggiore. Anche stavolta, come allora, abbiamo potuto contare sulla preziosa collaborazione di Sullacqua, la locale associazione di canoisti lacustri e marini che ha messo a disposizione kayak e canoe per esaminatore, insegnanti e studenti.
Il clima poco clemente non ha smorzato l'entusiasmo e, tra lezioni in acqua, questionari on-line, traduzioni simultanee, portfolio da consegnare e carte da firmare, alla fine abbiamo brindato ai tre nuovi Level 2 Coach BCU italiani: Toni Pusateri, Riccardo Pittia e Gregorio De Zorzi!
I tre nuovi insegnanti potranno organizzare corsi e brevetti 2 stelle BCU... per una pioggia di stelle tutte italiane! Complimenti e buon lavoro!

Ashley assessing the three Italian Coaches on the Lugano Lake...
Toni with to mock students, Andrea and Mirella...
Gregorio introducing Gianni to sea kayak...
Riccardo speaking with Paolino about paddle lenght...
All of them had lot of fun!
The on-line Long Term Paddle Development test:DONE!
Happy Assessor at work!
Checking certificates... 
Smile and beers to celebrate! Well done guys!!!
Last weekend was dedicated to the Level 2 Coach BCU assessment on the Lugano Lake with three Italian Level 1 Coaches coming from Turin, Udine and Trieste.
The assessor arrived from the United Kingdom: Ashley St-John Claire has come back to Italy for assessing the Italian Coaches after their long training (the course took place last year in Vulcano!).
Ashley had already come to Italy in November 2012 for the examination Level 2 Coach, that my German friend Trenk and I have passed, and he also had come back in May 2013 for the second Level 1 Coach organized by Tatiyak on Maggiore Lake. This time we have been able to count on the active cooperation of Sullacqua, the local Association of lake and sea canoeists and kayakers, that has made boat and equipment available for the assessor, coaches and students.
The weather was not very clement but has not damped the enthusiasm of everybody. So, between sessions on the water, on-line questionnaires, simultaneous translations, portfolio to be delivered and papers to be signed, at the end we have drink a toast to the three Italian newest BCU Level 2 Coaches: Tones Pusateri, Riccardo Pittia and Gregorio De Zorzi!

venerdì 7 novembre 2014

3 star course in Cagliari

Cagliari è la città ideale per praticare gli sport acquatici.
Il lungomare del Poetto è stato da tempo dotato di una bella zona pedonale che circonda il porticciolo turistico: la passeggiata è sempre piena di gente, il piccolo anfiteatro ospita spesso spettacoli all'aperto, lo scivolo di alaggio è continuamente utilizzato da surf-ski, kayak, sit-on-top e mentre le derive prendono il largo si assiepano nel campo le canoe polo. Lo scorso fine settimana sembrava ancora piena estate. La lunghissima spiaggia di sabbia chiara era ricolma di bagnanti e l'orizzonte era chiuso dalle vele colorate e rumorose dei surf e dei kite: sembrava che tutta la città si fosse riversata in mare per goderselo!
Il corso 3 stelle BCU dell'1, 2 e 3 novembre non poteva andare meglio: abbiamo dapprima lavorato nella baia ridossata dal vento, ci siamo poi diretti alla famosa "Sella del Diavolo" per giocare un po' tra i giardini di roccia e quando il terzo giorno si è finalmente alzato lo scirocco abbiamo ripetuto tutte le manovre tra le onde del golfo di Cagliari...
L'ospitalità che mi ha riservato Alfio Paderi del Circolo Le Saline è stata ineguagliabile, come l'offerta di Stefano Diana di utilizzare uno qualunque dei suoi tanti kayak da mare. Il gruppo si è mostrato talmente affiatato da cominciare subito a pensare (e pianificare!) il 4 stelle training del prossimo anno! Non vedo l'ora di tornare a Cagliari!!!


First exercise: correct posture! 
Best exercise ever: paddle, fun and balance!
Day two: launching from the dock...
Good job: push and pull contact tows...
A bow presentation with a fantastic timing!
More fun with waves and wind
A perfect T-rescue
What a wonderful coloured smiling group!
Cagliari is the ideal city for practising outdoor and water activities.
The waterfront of Poetto has been for a long time provided with a beautiful pedestrian area that surrounds the tourist harbour: the walk is always full of people, the small amphitheater often offers plein air shows, the slipway is continually used by surf-ski, kayak, sit-on-top and while the centreboards take the sea there also are lot of canoe polo ready to play a match. Last weekend the weather was so good that it still seems summer. The long clear sandy beach was full of swimmers and the horizon was closed from the colored sails of surf and kites: it seemed that the whole city has come there to wnjoy to the sea!
The BCU 3 stars course run last November 1th, 2nd and 3rd could not be better: we worked at first in the sheltered bay, than we had some rock hoping around the famous "Saddle of the Devil" and finally on the third day we repeated all the maneuvers in the waves of the open gulf...
Alfio Paderi of the local Club Le Saline was a really extraordinary host and Stefano Diana was so generous to let me choise one of his good sea kayaks. The group of students was a very good team and they immediately started to think about (and plan!) the 4 stars training of the next year!
I'm really looking forward to come back to Cagliari again!!!

mercoledì 29 ottobre 2014

Corso Istruttori FICK 2014

Si è concluso il Corso per Istruttori di secondo livello di attività promozionali, amatoriali e di tempo libero in kayak da mare organizzato presso la scuola federale della Lega Navale Palermo Arenella.
La prima sessione si era svolta nel mese di maggio ed alcuni degli undici iscritti avevano sostenuto anche una prova di preparazione per ottenere i requisiti tecnici di ammissione previsti dalla nuova Guida alla Formazione del Tecnici 2013-2016 elaborata dal Centro Studi della FICK.
Si è tenuta dal 23 al 26 ottobre scorso la seconda sessione, con relativa giornata di esami finali.

L'accogliente sede della Lega Navale Italiana di Palermo Arenella
La prima giornata di corso è stata dedicata allo studio delle varie manovre richieste agli istruttori di secondo livello di kayak da mare: i formatori hanno proposto agli aspiranti istruttori di organizzare e gestire delle sessioni di 20 minuti ciascuno su un argomento a scelta. Ogni candidato ha così avuto la possibilità di proporre agli altri corsisti una breve e strutturata lezione introduttiva al kayak, volutamente pensata per dei principianti.

L'introduzione alle sessioni tecnico-didattiche del Maestro Formatore Vincenzo Stuppia
Si è scelto di lavorare in uno specchio d'acqua tranquillo, non battuto dai venti e dalle correnti che dal giorno precedente interessavano il vasto golfo di Palermo. Abbiamo riunito tutti i kayak, di varie fogge e colori, dapprima nel porticciolo turistico dell'Arenella ed in un secondo momento nella zona del porto di Villa Igiea, dove solitamente si allena la squadra di canoa polo...

Pagaiata avanti, frenata e pagaiata indietro usando come riferimento il vecchio peschereccio all'ancora
La seconda giornata di corso, invece, è iniziata con due ore in aula: la suggestiva grotta naturale della sede storica della Lega Navale ha ospitato il socio velista e canoista Giuseppe Guarrasi, che ha svolto una delle lezioni più interessanti e seguite, spiegando con dovizia di particolari e con rara preparazione teorica, mai disgiunta da un costante richiamo all'attività pratica del kayaker marino, l'uso delle diverse tipologie di carte nautiche, la determinazione di un punto nave, la scelta delle rotta, la navigazione costiera e stimata, l'analisi di scarroccio e deriva e tutta quella serie di piccole ed indispensabili accortezze che rendono sicura la navigazione in kayak.

Piccoli navigatori crescono!
Prove pratiche di spostamento laterale: più la pagaia è verticale, più la manovra è efficace!
Il resto della giornata è stato dedicato all'esame delle competenze didattiche acquisite dagli aspiranti istruttori. E' stato loro richiesto di strutturare una lezione per un corso avanzato e l'argomento è stato assegnato a sorpresa pochi istanti prima della sessione stessa. Ciascun aspirante istruttore si è quindi calato nella parte di insegnare ai propri colleghi una manovra specifica: la pagaiata circolare, l'appoggio basso, lo spostamento laterale ad un tempo e continuo, il timone di poppa... Sono state così valutata per ogni candidato sia le capacità tecniche che le competenze didattiche, acquisite ed affinate anche nel corso del lungo tirocinio estivo...

Confronto sulla didattica adottata nel corso dell'ultima sessione pratica...
Al termine delle prove pratiche in acqua, inframezzate da una pausa pranzo consumata nel giardino della Lega Navale, assaggiando un'ampia selezione di prodotti tipici locali (dal pane e panelle ai panini con la ricotta alle briosche col gelato!), le ore conclusive del pomeriggio sono state dedicate alla presentazione delle tesi. Gli aspiranti istruttori, infatti, hanno approfondito vari argomenti attinenti l'attività amatoriale del kayak da mare e hanno condensato i loro elaborati in una breve relazione orale collegiale... sempre seguita da un altrettanto breve dibattito che non ha mai mancato di fornire spunti di approfondimento e di riflessione.

Una delle tesi presentate dagli aspiranti istruttori agli altri partecipanti...
La terza giornata di corso, infine, ha ricalcato la precedente nell'impostazione generale: la mattina di è aperta con una interessantissima lezione tenuta dalla psicologa Caterina Termini sulle modalità dell'ascolto e sulle regole della comunicazione, il tutto finalizzato ad una efficace conduzione e gestione del gruppo in mare. Gli aspiranti istruttori hanno poi avuto l'opportunità di sperimentare nella pratica quanto appreso in teoria, trasferendo in mare i preziosi suggerimenti ricevuti in aula...

I cantieri nautici sotto la luce palermitana...
Si sono quindi susseguite altre sessioni pratiche di insegnamento del timone di prua, dello spostamento laterale in movimento, degli autosalvataggi, dei salvataggi assistiti, dell'eskimo...
Il mare di fondo che il giorno precedente aveva reso le sessioni alquanto movimentate, perché l'onda lunga sollevava ed allontanava di continuo i kayak, si era andato nel frattempo riducendo, increspando la superficie con un'onda lunga molto interessante, anche se il vento aveva preso a soffiare con maggiore intensità, imbiancando il golfo di tante pecorelle bianche. Le prove in acqua sono quindi diventate sempre più impegnative e divertenti...

Un tecnico di secondo livello deve avere le competenze per insegnare anche in mare aperto...
La gestione del gruppo e la comunicazione efficace hanno garantito a tutti uno sbarco sicuro...
L'incontro pomeridiano dedicato alle tesi è stato preceduto da una apprezzata e necessaria merenda a base di cannoli siciliani! Gli argomenti trattati sono stati tutti brillanti ed esaustivi, complici forse gli zuccheri acquisiti: l'alimentazione in kayak, la sicurezza in mare, l'equilibrio, l'edging, il campeggio nautico, la storia del kayak da mare, la storia della pagaia groenlandese, moderna e wing, il folding, lo zen ed il kayak da mare (ovvero tutto quello che non avreste mai voluto sapere sul kayak!).
Non appena avremo raccolto tutto il materiale, saremo contenti di pubblicarlo sul sito con lo spirito di condivisione delle esperienze che accomuna tanti di noi...

Non sono mai mancati momenti di grande convivialità
La sera del sabato ci siamo concessi una lunga cena in un ristorante del centro storico di Palermo, uno degli ottomila esercenti che hanno aderito alla catena Addio Pizzo. Il lungo sonno ristoratore nella accogliente ed ampia co-house Re Federico, dove in molti abbiamo alloggiato, ha consentito i più di affrontare con slancio la giornata conclusiva di esami. Prima le prove pratiche in mare aperto, poi gli sbarchi e gli imbarchi nel dumping, poi ancora la conduzione del gruppo in sicurezza, poi altre domande teoriche e per concludere la valutazione finale. I colloqui individuali hanno rappresentato un ultimo momento di confronto e di crescita e sono stati seguiti da un incontro collegiale durante il quale sono state gettate le basi per le future attività degli otto nuovi istruttori federali di kayak da mare...

Confronto di gruppo sulle possibili modalità di imbarco con onda frangente...
La struttura del corso, articolato in due sessioni distinte, svolte in primavera ed in autunno ed inframezzate da un lungo periodo estivo dedicato al tirocinio presso altri Maestri federali, è risultata molto efficace: tutti abbiamo apprezzato una notevole crescita tecnico-didattica degli aspiranti istruttori e la FICK può ora vantare nuovi tecnici preparati e capaci, sia di condurre l'imbarcazione con maestria che di insegnare il kayak da mare in corsi base ed avanzati, trasferendo ad altri la nostra comune passione per il mare, nel rispetto della natura ed in completa sicurezza.
Grazie e congratulazioni ai nuovi Istruttori Antonino Pusateri, Danilo Tulone, Dario Bisso, Domenico Amato, Enrico Cigno, Gianluca D'Antoni, Giulio Ceccacci e Massimo Chiti.

Pagaie in alto per i nuovi Istruttori FICK!
Last week-end was devoted to the second session and the final assessment of the course organized in Palermo to train the future Instructors of sea kayak for the Italian Federation of Canoe and Kayak (F.I.C.K.). We were able to plan, do and review four intense days full of technical and didactical sessions, from theory to practise. I worked as assessor with Mauro Ferro and Vincenzo Stuppia, the managing Coach of the course. The weather forecast was more than perfect to run every single session on the open water and the group of candidates was really very cool, spending each day with lot of fun and competence. We also were so lucky to eat lot of delicious tradicional dishes, lot of cakes and "cannoli alla siciliana"! Palermo is a perfect place where based a sea kayak center!
Thanks to the eight new Italian Instructors: Antonino Pusateri, Danilo Tulone, Dario Bisso, Domenico Amato, Enrico Cigno, Gianluca D'Antoni, Giulio Ceccacci e Massimo Chiti.