IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

mercoledì 12 dicembre 2018

Moderate Water Leader all'Argentario...

Lo scorso fine settimana, dal venerdì al lunedì compresi, ci siamo ritrovati all'Argentario per un'altro training di Moderate Water Sea Kayak Leader, il vecchio 4 stelle della British Canoeing.
L'estate di San Martino anticipata, le giornate di sole e di vento, il mare mosso striato di frangenti, le onde al largo e sotto le scogliere rocciose, le condizioni meteo ideali per la pratica in "moderate water": sono stati questi gli ingredienti principali per la buona riuscita del corso.
La generosa ospitalità dell'amica canoista Barbara, che ci ha messo a disposizione la sua bella casa di Porto Ercole, e la lodevole determinazione dei due partecipanti, Duilio da Roma e Paolo da Genova, hanno creato un connubio perfetto: le quattro giornate di corso hanno anche preso un tono internazionale per la presenza di George Gazetas, il mio amico e collega greco interessato a completare il percorso da provider (e quindi tenuto ad osservare i corsi tenuti da altri insegnanti!).

Paolo, Duilio, Tatiana e George: una giornata indimenticabile per tutti (per diverse ragioni!)
Prove pratiche di risoluzione degli incidenti: messa in sicurezza dei tappi!
Paolo e Duilio pronti al varo sulla spiaggia del Tombolo della Feniglia...
Salvataggi "circensi" praticati con la giusta dose di perizia e di goliardia!
Paolo, George e Duilio al briefing del mattino per pianificare l'escursione giornaliera...
Lo studio preliminare delle previsioni meteo e delle correnti di marea... 
... per programmare un'escursione guidata intorno alla famosa isola di Anglesey...
Esercizi nella zona di surf (photo credits: George Gazetas)
Sbarchi sulle rocce ai piedi dell'isolotto di Porto Ercole...
Coasteering per tornare a recuperare le auto: meglio mezz'ora a piedi che controvento!

Come sempre, il primo giorno di corso teorico sulla navigazione costiera ci ha permesso di affrontare lo studio delle correnti di marea e di pianificare con la dovuta precisione e la necessaria consapevolezza varie escursioni dentro e fuori dal Mediterraneo, dove più forti sono le cosiddette tidal race.
L'Argentario poi ci ha offerto un'ampia varietà di condizioni in cui lavorare con profitto: imbarchi e sbarchi su spiagge di sabbia e su scogli inospitali, pratica nelle zone di surf, navigazione guidata lungo la costa rocciosa, salvataggi assistiti e traini, controllo del kayak nei giardini di roccia, conduzione del gruppo in sicurezza, gestione degli imprevisti o degli incidenti di percorso, persino l'uso pratico del kit di riparazione dello scafo quando abbiamo dovuto legare i tappi dei gavoni per evitare di perderli in mare... un corso davvero completo, che ha ripagato i due allievi presenti con l'occasione preziosa di testare le proprie capacità in condizioni tante differenti.
"Practise make permanent", secondo il bel motto della British Canoeing!

mercoledì 5 dicembre 2018

Coaching in Greece for a week: amazing experience!

I'm always happy to coach with other coaches: this is the best way foro me to improve my coaching skills together with my personal, relational and social interaction skills.
It's even better when I also have the chance to go abroad and meet some special people, like George Gazetas, a passionate sea kayaker and a competent coach, owner of Odysea sea kayak center in Greece, and Peter Jones, an experienced and well-know coach based in Anglesey - UK.
Thanks to them I get even more deep into the coaching experience and I've learnt a mass of new things: last week was a very priceless week and I've realized one more time that you never stop learning!
George invited me for the third time to Greece to run a Coastal navigation and Tidal Planning course at his new center based in Palea Fokaia, just 60 km South of Athens, and a Moderate Water Sea Kayak Leader training for five incredibly determined students, some of them also involved as mock students in the following assessment.
For the first time in Greece, in fact, George organized a MW Leader assessment, directed by Peter Jones, with me as second assessor and George himself as observer. Unfortunately none of the five candidates passed the assessment but I'm pretty sure that they all will come back next time with much more confidence and experience. By my side, it has been interesting to travel through the Provider Process again (both for CNTP and MW Leader award) and support George the same way I was supported by other coaches... This is a sort of emotional and constructive approch to pass your knowledge and expertise to others, and at the same time to receive back something really special: a peculiar mix of ideas, suggestions, top handy tips, discussions, different viewpoints & insights, an incredibly exchange of fieldwork patiently built in order to get better yourself, step by step, as coach and human being as well...
George and Peter were the perfect partners for this amazing coaching adventure in Greece!


The first group of enthusiastic paddler down the Poseidon Temple at Cape Sounion... 
Dimitris and Xaris practising a spectacular and efficient roll & assisted rescue...
Moving water at Vouliagmeni lake close to the Corinth canal...
Assisted an unconscious paddler going back into his kayak...
In-line double-towing of a rafted kayaks...
Second day around Sounion Cape exploring the rocky coast-line...
Rock landing and launching under the Poseidon temple with a big audience from the top of the cliffs!
Many water activities around the temple dedicated to the god of the sea... 
One of the various de-briefing we have had during the three days' training
George was surely the happiest paddler of the group!
The students working hard to use the diamonds' informations to plan a daily trip...
The best place ever to organize the final de-briefing on the last training day!
New adventure is starting: the first MW Sea Kayak Leader assessment in Greece!
Perfect conditions: rough waters and windy days provide us a good remit...
Variety of rocky coast-line where to practise leadership skills...
How many people are involved in an assisted rescue of a capsized paddler?!
Is that a towing of an Easter egg?
One of the briefing moments during the leadership sessions...
Peter and George (and myself too!) organizing the final assessment de-briefing...
Two more jolly days spent in Greece to visit the amazing, rich and windy inland

Sono sempre molto contenta di insegnare insieme ad altri insegnanti: credo sia la maniera migliore per migliorare le mie competenze didattiche, oltre alle mie capacità di approfondire le relazione personale e di sviluppare le interazione sociali.
E' ancora più stimolante quando ho l'occasione di andare all'estero e di incontrare alcune persone speciali, come George Gazetas, un kayaker appassionato ed un insegnante preparato, titolare della scuola di kayak greca Odysea, e Peter Jones, uno dei più esperti e conosciuti insegnanti originario di Anglesey, la Mecca del kayak da mare a livello mondiale.
Grazie a loro mi sono addentrata ancor più in profondità nei meandri dell'insegnamento del kayak da mare e ho imparato un'infinità di cose interessanti: la scorsa settimana è stata ineguagliabile e ho capito una volta di più che ogni giorno è buone per imparare qualcosa di nuovo!
George mi ha invitata per la terza volta a tenere in Grecia sia un corso di navigazione costiera presso il suo nuovo centro di kayak a Palea Fokaia, appena 60 km a sud di Atene, che un corso per diventare capo gruppo secondo gli standard della British Canoeing, quel Moderate Water Sea kayak Leader training un tempo denominato "4 stelle": i cinque allievi coinvolti si sono dimostrati talmente determinati da voler prendere parte come cavie anche al successivo esame.
George ha infatti organizzato per la prima volta in Grecia anche un esame di MW Leader, diretto da Peter Jones, assistito da me come secondo esaminatore, e seguito dallo stesso George come osservatore nel suo percorso per diventare a sua volta provider. Sfortunatamente nessuno dei cinque candidati ha superato l'esame finale ma sono sicura che tutti si presenteranno al prossimo appuntamento con molta più esperienza e sicurezza.
Dal mio punto di vista, inoltre, il corso e l'esame hanno rappresentato anche uno stimolante "ripasso" del percorso per diventare provider ed è stato molto bello poter aiutare George nello stesso modo in cui io sono stata aiutata da altri insegnanti quando seguivo lo stesso tirocinio (sia per il CNTP che per il MW Leader)... E' una sorta di passaggio del testimone, una maniera intelligente di trasferire ad altri le tue conoscenze e allo stesso tempo un modo intrigante di ricevere qualcosa di speciale come contropartita: un peculiare intreccio di idee, suggerimenti, aiuti e stratagemmi, confronti, diverse prospettive e punti di vista, un'incredibile scambio di esperienze pratiche di insegnamento (e non solo!) creato con l'intento precipuo di continuare sempre a migliorare se stessi, passo dopo passo, come insegnanti e come persone...
George e Peter sono stati i colleghi (di più: alleati, sostenitori, amici!) perfetti per questa fantastica esperienza di corsi ed esami in Grecia!

mercoledì 14 novembre 2018

Otto nuovi istruttori di base FICT!

Otto nuovi istruttori di base FICT hanno appena superato l'esame finale!
Dopo la prima sessione di aprile, si sono presentati a Bergeggi lo scorso sabato 10 novembre e hanno affrontato il tempo inclemente: le mareggiate delle ultime settimane hanno provocato ingenti danni anche in questo tratto di litorale, le spiagge erano ancora ricoperte di detriti e persino in mare galleggiavano alcuni relitti. L'annunciato temporale, però, non si è presentato all'appuntamento sulla costa ligure e con sollievo l'esame non è stato bagnato dalla pioggia.
Tutti gli aspiranti istruttori hanno dimostrato una buona preparazione tecnica e didattica e si sono alternati nella gestione di una breve lezione su manovre estratte a sorte: la commissione ha così valutato sia le capacità tecniche nell'esecuzione della manovre dell'insegnante e degli altri colleghi in veste di "allievi", e sia la competenza didattica affinata dall'istruttore.
La partecipazione di quattro donne nel gruppo di aspiranti istruttori, pari al 50% delle presenze, ha reso il corso particolarmente interessante ed eterogeneo, con un confronto serrato tra diverse modalità di insegnamento...

Il gruppo al gran completo, compreso un osservatore (Emanuele) ed un aspirante istruttore di secondo livello (Stefano):
Enrico, Alessandro, Mauro, Tatiana, Fabio, Mirella, Celeste, Martina, Gengis, Jolanta, Roberto e Francesca
I partecipanti in acqua suddivisi in due gruppi per le prove finali di insegnamento delle manovre...
Gli imbarchi sono stati abbastanza impegnativi per i nuovi istruttori di base...
La domenica cinque dei nuovi istruttori si sono regalati una pagaiata in gruppo fino a Capo Noli...
Il conclusivo momento dei giudizi finali, nel clima disteso e conviviale tipico dei corsi FICT...

L'attenzione posta sull'aspetto didattico è una caratteristica peculiare dei corsi FICT e della commissione di formazione composta da Gengis Arcangelo Pirovano, Enrico Brentana, Mauro Ferro e Tatiana Cappucci: i formatori hanno infatti ripreso e proposto lo schema didattico elaborato dalla British Canoeing e denominato con l'acronimo IDEAS (che può essere così spiegato: introduzione dell’argomento, Dimostrazione silenziosa su entrambi i lati, Estratto di tre parole chiave, Attività in acqua per far pratica della manovra, Sommario conclusivo). Seguendo questo schema semplice ed efficace si riescono a soddisfare le esigenze di tutti gli allievi, indipendentemente dal metodo di apprendimento di ciascuno (che può essere imitativo-visivo, induttivo-uditivo, attivo-cinestesico).
Avere avuto l’occasione di sperimentare in acqua il metodo didattico IDEAS ha permesso ad ogni istruttore di comprendere i limiti del proprio metodo di insegnamento, di affinare la propria didattica e di migliorare le proprie capacità di trasmissione ad altri delle conoscenze e competenze acquisite.
Tutti i partecipanti hanno avuto soprattutto l’occasione rara e preziosa di condividere con altri il momento delicato dell’insegnamento delle discipline di pagaia, potendo riflettere sui diversi, personali e soggettivi metodi di insegnamento ed arrivando a comprendere quanto sia importante per un buon istruttore dotarsi di validi, sperimentati e costruttivi strumenti didattici.
Auguriamo agli otto nuovi istruttori di base di proseguire nella formazione personale sia tecnica che didattica e di partecipare numerosi al prossimo corso per istruttori di secondo livello FICT!

venerdì 9 novembre 2018

Moderate Water Sea Kayak Leader Training (il vecchio 4*!): Minorca again!

Con la carica delle Jornadas de Menorca en kayak appena concluse, ho affrontato un doppio training 4*, che dal 2017 è stato più propriamente rinominato dalla British Canoeing non più con i numeri delle stelle ma con il riferimento diretto alle condizioni marine: il training di Moderate Water Sea Kayak Leader è rivolto al kayaker interessato a diventare capo gruppo in acque moderate.
Prima ancora di iniziare i due training, nella giornata di lunedì 22 ottobre 2018, abbiamo dedicato un’intera giornata al corso teorico sulla navigazione costiera, uno dei pre-requisiti richiesti dalla British Caneoing: il Coastal Navigation and Tidal Planning ha suscitato la curiosità di due-tre studenti che per varie ragioni non potevano o non volevano seguire il successivo corso in mare, ed è stata per me una piacevolissima sorpresa vedere con quanta curiosità si sono avvicinati allo studio delle carte nautiche e delle correnti marine, e anche con quanta attenzione si sono cimentati nella programmazione di una escursione in ambiente marino con corrente fino a due nodi, con mare fino allo stato 3 e con venti fino a Forza 4 Beaufort (alcuni dei riferimenti del cosiddetto Moderate Water Endorsement). Tutti hanno mostrato di apprezzare i miei segnalamenti marittimi tridimensionali fatti a mano, di cui vado molto fiera e che non manco mai di portare in viaggio con me :-)

CNTP in spagnolo a Minorca!
Kissing the rock, uno dei primi esercizi di destrezza del training...
Pagaiare nel vento e in gruppo nei pressi della torre di Es Grau...
Rock gardening lungo le scogliere rocciose di Es Grau...
Appunti alla fine della prima giornata di corso....

Il primo training, da martedì 23 al giovedì 25 ottobre, è stato alquanto impegnativo per le condizioni meteo-marine, con forti venti da nord-ovest che lasciavano protetta la piccola baia di Es Grau ma che imperlavano di bianche onde frangenti la vicina Illa d’en Colom, dove ci siamo diretti per cercare i luoghi adatti alle prove di competenza tecnica nella conduzione dell’imbarcazione. L’isola è stata il teatro ideale anche per le due successive giornate dedicate alle varie strategie di conduzione del gruppo, perché offre molti ridossi naturali ma anche diversi capi esposti al vento e alle correnti, oltre ad alcune spiagge di sabbia lambite da bassi fondali che generano interessanti zone di surf. Sembra che i ragazzi abbiano apprezzato il piano di lavoro, a giudicare dai commenti di Ramon sul suo blog!

Rock landing con kayak in polietilene ed in fibra di vetro...
Pausa pranzo sulle rocce discutendo di kit di primo soccorso...
Riparazione del kayak in alto mare, riuscita con successo!
Babbo Natale "in incognito" al training di Minorca!
La conclusione del primo e l'inizio del secondo training...

Il secondo training, dal venerdì 26 alla domenica 28 ottobre, è iniziato sotto la pioggia, con lampi e tuoni che si facevano sempre più vicini e minacciosi. Abbiamo così scelto di dedicare l’intera giornata prima alla pianificazione di più escursioni in zone sconosciute (dove cioè gli aspiranti leader non avevano mai pagaiato prima), usando le tabelle di marea per scoprire in quale momento della giornata fosse più indicato prendere il mare, e poi alla programmazione di un viaggio che gli istruttori di “Menorca en kayak” avevano scelto di fare insieme per chiudere la lunga stagione estiva: un modo come un altro per festeggiare senza smettere di pagaiare!

Programmazione del viaggio di una settimana ad Ibiza... 
Rock landing in autonomia con kayak in polietilene...
Sostituzione di fortuna di un tappo perduto (simulazione!) del gavone di prua...
Un'ultimo sbarco sulle rocce...
Il secondo gruppo alla sede di Menorca en kayak!

In entrambi i corsi ho avuto modo di apprezzare una volta di più la grande determinazione che spinge ragazzi di ogni età, ventenni e cinquantenni, a pagaiare in mare mosso per il solo gusto di farlo, per giocare tra le onde come se si trovassero al luna park, per trascorrere ore ed ore a manovrare la pagaia tra gli scogli, ad issare con cura i kayak sulla scogliera, ad imbarcarsi nelle maniere più impensate… e a scendere a terra con la salsedine sulla pelle, sulle palpebre e sulle labbra.
Trovo sempre un modo per rinnovare il mio amore per il mare e per il kayak, e di questo (e di tanto altro ancora!) devo ringraziare i vari allievi che riempiono le mie lezioni e che sempre più spesso si rivelano dei gran bravi maestri: mi insegnano ad insegnare e mi confermano che c’è sempre qualcosa di nuovo di imparare!