IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

sabato 30 marzo 2019

Corso di aggiornamento per tecnici FICT a Iseo...

Siamo molto contenti di essere stati invitati a collaborare al corso di aggiornamento per tecnici fluviali e marini organizzato dalla FICT, in collaborazione con ATLS Iseo nelle giornate del 30 e 31 marzo 2019 sul Lago d'Iseo presso il Sassabanek.
Si tratta di un corso di aggiornamento sulle specifiche tecniche del kayak da mare rivolto soprattutto agli Istruttori di Base e Fluviali e alle Guide Fluviali, finalizzato ad evidenziare uguaglianze e differenze, peculiarità del kayak da mare rispetto a quello fluviale.
L'Aggiornamento è riservato a 30 Tecnici e la data d'iscrizione ne determina la partecipazione (il termine è scaduto lo scorso 10) e la quota individuale  di partecipazione è di 25 euro.


E' vivamente consigliato l'uso del proprio kayak marino ma l'ATSL ISEO è in grado di fornire ad alcuni partecipanti il kayak da mare per due giorni a soli 10 euro. Si tratta di un confronto tecnico durante il quale cercheremo di mettere in comune le nostre competenze: oltre all'attrezzatura tecnica personale, quindi, portate le vostre esperienze!
Il programma è pubblicato sul sito della FICT.
Il ritrovo è per le ore 9.00 ed il termine dei lavori è previsto per le ore 17.00, con successiva consegna degli attestati di partecipazione. Possibilità di alloggio in strutture b&b e campeggio.
Iscrizioni ai DUE indirizzi mail
1° Segreteria Accademia: andricci63@gmail.com
2° Cordinatore Aggiornamento: nilly@libero.it
Solo per motivate urgenze  Brescianini Massimo 3382407138

venerdì 29 marzo 2019

Naxos Sea Kayak Symposium: the first international sympo in Greece!

Sono molto contenta di essere stata inviata a questo primo symposium greco!
Naxos è una delle isole greche più belle ed accoglienti, nel cuore dell'arcipelago delle Cicladi.
Manolis Loudaros è l'ideatore e l'organizzatore del Naxos Sea Kayak Symposium: è un nostro caro amico da molti anni, ha seguito (e sostenuto!) alcuni dei nostri viaggi in kayak tra le isole greche e abbiamo attraversato insieme il Canale di Corinto nell'estate del 2017. A sua volta Manolis ha affrontato in solitaria la circumnavigazione del Peloponneso nel 2018 e dell'Isola di Creta nel 2019, in entrambi i casi in inverno, partendo il primo dell'anno. E' da qualche tempo che ci parlava di questo suo progetto e siamo molto contenti che sia finalmente riuscito a realizzarlo!
Negli ultimi anni in Grecia, come in Italia, il kayak da mare sta conoscendo un crescente interesse e Manolis ha pensato bene che fosse giunto il momento di riunire la sempre più folta comunità canoistica greca per condividere le esperienze maturate e per approfondire la conoscenza reciproca.
Sono anche molto orgogliosa del fatto che abbia pensato a me come ad una delle insegnanti invitate al symposium perché da anni considero il mare greco la mia seconda casa!


Con Mauro abbiamo iniziato a pagaiare intorno alle isole greche dal lontano 2007, quando abbiamo scoperto l'Isola di Cefalonia! Da allora abbiamo viaggiato quasi ogni anno tra le Isole Ioniche, le Isole Sporadi, le Isole Cicladi, le isole di LesboEubea e Creta, e di recente anche intorno al Peloponneso e alla Calcidica: per l'estate 2019 avevamo in programma di partire alla scoperta delle Isole del Dodecanneso ma i lavori di ristrutturazione della nuova casa di Latina ci hanno imposto di rimandare il lungo viaggio estivo al prossimo anno.
Torniamo spesso in Grecia, almeno due-tre volte all'anno, non solo per navigare ma anche per insegnare, grazie alla collaborazione professionale nata insieme ad una bella amicizia con uno dei kayaker più qualificati che abbia mai avuto la fortuna id incontrare, George Gazetas di Odysea, anche lui invitato al symposium di Naxos.
Saremo in ottima compagnia ed il programma è molto allettante.
Raggiungere l'isola è facile e può essere un'ottima ragione per trattenersi in Grecia in vista dei corsi e degli esami da Leader che abbiamo in programma per la settimana immediatamente successiva :-)
Non mancate questo appuntamento!

lunedì 25 marzo 2019

Rolling classes on the lake...

L'arrivo della primavera ci ha fatto venire voglia di studiare il roll!
Ci siamo ritrovati al Lago di Paola, ospiti di Waterlife Sabaudia grazie alla calorosa ospitalità di Giovanni Sangiorgi e Saverio D'Ottavi che lì animano le uscite in canoa canadese.
I tre partecipanti al corso di rolling si sono presentati in anticipo all'incontro, incuriositi come me dalla possibilità di praticare le manovre nelle acque basse, calde e limpide del lago costiero. Protetti dalla leggere brezza che batteva il litorale e che abbassava notevolmente la temperatura percepita, ci siamo divertiti per due intere giornate a fare capriole in kayak in vari modi estemporanei e creativi.
E' stata anche la giusta occasione per parlare della cultura Inuit e della lunga storia del roll.
L'impegno fisico e mentale profuso è stato notevole e ha dato risultati soddisfacenti...

L'imbarco dal canale romano per raggiungere il mare (ma la brezza ci ha fatto poi preferire il lago!)
Enrico (al centro) ha dimostrato una grande destrezza nella sua prima pagaiata sul Greenland...
Marco (al centro) ha usato il suo kayak ed Alessandro (a destra) ha praticato con il mio Sardinia... 

Come spesso accade in questo tipo di corsi tecnici, il livello di preparazione dei tre partecipanti era molto vario ed ognuno ha avuto bisogno di apprendere o migliorare un roll differente: con Enrico abbiamo lavorato sui fondamentali, impostando la posizione corretta del corpo per capire come eseguire il roll senza sforzo apparente; con Alessandro abbiamo invece studiato la chiusura efficace del roll groenlandese standard a pala lunga e l'inclinazione corretta della pala; con Marco infine abbiamo perfezionato il roll a destra prima di passare ad impostare quello a sinistra, per poi dedicarci sia al butterfly che al temuto e troppo spesso misconosciuto "storm roll"...
Non c'è manovra più complessa, impegnativa e divertente del roll per prendere confidenza con il kayak: adesso manca solo l'arrivo della stagione calda per mettere in pratica le nuove mirabolanti capriole in acqua!

sabato 9 marzo 2019

Corso per istruttori marini 2019...

Ecco il corso adatto a chi vuole imparare ad insegnare!
La FICT ha pubblicato il bando per il corso istruttori marini 2019: è un'ottima occasione per incontrare altri appassionati di kayak da mare, per perfezionare le proprie competenze tecniche e soprattutto per migliorare le proprio conoscenze didattiche.
Non tutti coloro che vanno in kayak sono capaci di trasmettere ad altri i fondamenti della pagaiata sicura ed efficiente, non tutti coloro che accumulano chilometri in mare sanno trasferire ad altri quel che il mare ha insegnato loro, non tutti coloro che trascorrono lunghe ore tra le onde sanno spiegare ad altri come sfruttarle senza temerle ma anche senza sottovalutarle.
Ma tutti posso imparare ad insegnare!


Il corso per istruttori marini organizzato dalla FICT serve proprio a questo: imparare ad insegnare.
I formatori Gengis Arcangelo Pirovano, Enrico Brentana, Mauro Ferro e Tatiana Cappucci mettono le proprie esperienze al servizio degli aspiranti istruttori che vogliono dedicare queste sei giornate all'apprendimento delle più aggiornate ed innovative tecniche didattiche.
Il corso si svolge per la prima volta a Pedaso, sulla costa adriatica, e risponde all'esigenza di raggiungere gli aspiranti istruttori nei loro luoghi d'origine.
Il corso è articolato in una prima parte introduttiva con sessioni teorico pratiche nelle quattro giornate dal 9 al 12 maggio 2019: dopo un periodo di tirocinio estivo da svolgere sotto la guida di un istruttore marino qualificato, gli aspiranti istruttori dovranno partecipare agli esami finali previsti per le due giornate del 9 e 10 novembre 2019.
Per informazioni ed iscrizioni scrivete al segretario generale FICT a questo indirizzo mail: andrearicci63@gmail.com

giovedì 7 marzo 2019

Coastal sea kayak award: first time in Italy!

Ed eccoci alle prese con il nuovo corso introdotto dalla British Canoeing: il "Coastal Sea Kayak" che ha arricchito i New Personal Performance Awards lanciati al principio del 2019.
Pensato per offrire un'ulteriore occasione di migliorare le proprio competenze tecniche e di valutare le condizioni meteo-marine ed ambientali, il Coastal è anche un'utile momento intermedio di studio teorico-pratico per poter affrontare con maggior slancio e sicurezza il corso da Leader.
Ci siamo incontrati a San Felice Circeo con tre allievi di esperienze e livelli differenti: Duilio ha già seguito il Leader training dello scorso dicembre all'Argentario, Giulio era interessato ad un ripasso generale dopo il training di qualche anno fa ed Antonio ha invece scelto il Coastal come tappa intermedia prima del corso da Leader. Tutti e tre hanno quindi già conseguito il titolo "Sea Kayak Award" ma la loro percezione del mare e del kayak è naturalmente molto differente. E non è stato difficile capirlo: dopo una bella chiacchierata introduttiva al bar sul porto, ci siamo concessi una prima parte del corso per "ripassare ed analizzare" i diversi livelli di competenza e anche i diversi modi di apprendimento, dal riflessivo all'imitativo all'iperattivo; solo più tardi siamo entrati nel vivo del corso e ho potuto differenziare l'insegnamento a seconda del contesto e delle esigenze...

Il primo approccio con la zona di surf alle spalle del porticciolo di San Felice Circeo...
La sosta nella spiaggia della villa privata, poco prima che venissero a chiedere di andare via!
Antonio ancora titubante con le idee già più chiare sul timing!
Giulio sorridente alle prese con l'uscita dalla zona di surf...
Momento emblematico: diverse condizioni per diversi livelli di competenza!
Prove di autosalvataggio nel vento: poche onde ma risacca "antipatica"...
Un classico esempio in cui il paddle-float è di intralcio!

E' stata per me un'occasione unica e preziosa per sperimentare la nuova linea introdotta dalla British e concentrare la mia attenzione sulle esigenze individuali dei singoli partecipanti. Ho così avuto modo di insegnare utilizzando diverse metodologie didattiche, unendo "delivering & coaching" e soprattutto mettendo a frutto quel processo di individualizzazione che riveste una parte centrale del percorso Level 3 Coach. Per seguire da vicino i piccoli e grandi miglioramenti dei diversi allievi, l'insegnante deve calibrare ogni sessione del corso sulle diverse esigenze dei pagaiatori, così da mettere a fuoco quel che davvero serve ad ognuno per migliorare le proprie capacità di conduzione del kayak.
Così per lavorare sul controllo del kayak in spazi ristretti, per esempio, abbiamo pagaiato per qualche ora lungo la scogliera rocciosa del Monte Circeo e ho suggerito ad ognuno dei tre un esercizio diverso, sia tecnico che tattico: Duilio doveva studiare la risacca per capire quanto poteva avvicinarsi agli scogli, Giulio doveva invece approfondire la conoscenza di un kayak poco usato che non sempre risponde ai suoi voleri, ed Antonio doveva aumentare la sua confidenza usando tanto il corpo quanto la pagaia in maniera più efficiente. Anche nella zona di surf abbiamo lavorato in maniera differenziata: Duilio provando diverse velocità, Giulio provando diverse direzioni ed Antonio provando diversi momenti di ingresso ed uscita...
Sooooo speed, direction and timing: what could a coach ask more?! :-)
p.s. e anche stavolta, dopo il primo corso Sea kayak award in Italia dei primi di gennaio, finiamo sul sito della British Canoeing tra i "case study" usati per promuovere i New Personal Performance Awards :-D