IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

lunedì 25 marzo 2019

Rolling classes on the lake...

L'arrivo della primavera ci ha fatto venire voglia di studiare il roll!
Ci siamo ritrovati al Lago di Paola, ospiti di Waterlife Sabaudia grazie alla calorosa ospitalità di Giovanni Sangiorgi e Saverio D'Ottavi che lì animano le uscite in canoa canadese.
I tre partecipanti al corso di rolling si sono presentati in anticipo all'incontro, incuriositi come me dalla possibilità di praticare le manovre nelle acque basse, calde e limpide del lago costiero. Protetti dalla leggere brezza che batteva il litorale e che abbassava notevolmente la temperatura percepita, ci siamo divertiti per due intere giornate a fare capriole in kayak in vari modi estemporanei e creativi.
E' stata anche la giusta occasione per parlare della cultura Inuit e della lunga storia del roll.
L'impegno fisico e mentale profuso è stato notevole e ha dato risultati soddisfacenti...

L'imbarco dal canale romano per raggiungere il mare (ma la brezza ci ha fatto poi preferire il lago!)
Enrico (al centro) ha dimostrato una grande destrezza nella sua prima pagaiata sul Greenland...
Marco (al centro) ha usato il suo kayak ed Alessandro (a destra) ha praticato con il mio Sardinia... 

Come spesso accade in questo tipo di corsi tecnici, il livello di preparazione dei tre partecipanti era molto vario ed ognuno ha avuto bisogno di apprendere o migliorare un roll differente: con Enrico abbiamo lavorato sui fondamentali, impostando la posizione corretta del corpo per capire come eseguire il roll senza sforzo apparente; con Alessandro abbiamo invece studiato la chiusura efficace del roll groenlandese standard a pala lunga e l'inclinazione corretta della pala; con Marco infine abbiamo perfezionato il roll a destra prima di passare ad impostare quello a sinistra, per poi dedicarci sia al butterfly che al temuto e troppo spesso misconosciuto "storm roll"...
Non c'è manovra più complessa, impegnativa e divertente del roll per prendere confidenza con il kayak: adesso manca solo l'arrivo della stagione calda per mettere in pratica le nuove mirabolanti capriole in acqua!

1 commento: