IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

lunedì 15 settembre 2014

New paddle and more fun!

Ho una nuova pagaia.
Celtic. Moderna. Divisibile in quattro parti. Perfetta per i viaggi in treno ed aereo.
Volerà con me a Minorca ai primi di ottobre e mi seguirà nei vari corsi 3 stelle in programma...
Eila e Nigel me l'hanno consegnata la scorsa settimana: "You're our ambassador in Italy!", m'hanno detto riempiendomi d'orgoglio e di timore... non ho (quasi) mai usato una pagaia diversa dalla groenlandese (salvo per il viaggio in Corsica), ho sostenuto tutti gli esami della mia carriera canoistica (compreso il 4* e 5* leader ad Anglesey!) e non ho mai viaggiato senza la mia preferita pagaia verde. Ma la curiosità è donna, anche in kayak: vediamo se scopro qualcosa di nuovo con la mia nuova pagaia Celtic dalla banda rossa!
Intanto, il fine settimana a Lavena Ponte Tresa sul Lago di Lugano è stato uno spasso!

My new Celtic paddle!
Lot of fun on the water...
Practising re-enter with and without paddle-floar and more balance excercises...
Is tha kayak too big for him?!?
What a smile!!!
I have a new paddle.
Celtic. Euro blade. Four peaces. Perfect for train and airplane.
It will fly with me to Minorca early in October and it will follow me in the planned 3* courses...
Eila and Nigel gave me it last week: "You're our ambassador in Italy!", they said, filling me of pride and fear at the same time... I have (almost) always used a Greenland paddle (except for the circumnavigation of Corsica Island), I have passed all the aasessments (4 * and 5 * Leader too) with a Greenland paddle and I have never traveled without my preferred green Greenland paddle. But! Curiosity is woman, we say in Italy: so let me see if I learn something more with my new Celtic paddle!
Last week-end on the Lugano lake was a perfect and funny start!

giovedì 11 settembre 2014

Eila and Nigel in Italy for a 4* training!

Sono arrivati un paio di giorni prima e sono andati via qualche giorno dopo.
Il training 4 stelle BCU è stata un'ottima occasione per ospitare Eila Wilkinson e Nigel Dennis.
Erano entusiasti delle linguine al cartoccio, della mozzarella di bufala, del sorbetto al limone, della grappa barricata, dei tipici dolcetti locali "brutti e buoni", delle meringhe fresche, del vino rosso...
Un po' meno delle condizioni meteo-marine, purtroppo non adeguate al corso in programma!
Il mare era troppo calmo, senza quasi un'onda e con una bava di vento che solo una sera si è impegnata per diventare una tardiva brezza vivace che ha increspato il mare. L'atteso stato 4 non si è palesato, ma i due insegnanti gallesi non hanno lesinato lezioni, consigli ed attività in kayak!

Planning a daily sea kayak trip considering the tidal races time-table
Nigel is always speaking a very celar English!
How far is it?!?
Il primo giorno è stato dedicato al corso di "Coastal Navigation and Tidale Planning", prerequisito per l'accesso al training 4 stelle BCU secondo gli standard da tempo elaborati dalla Federazione Inglese. Non potevamo trovare luogo più adatto: la veranda del ristorante del campeggio Dolce Vita, che ha inondato col suo karma positivo tutta l'area destinata al carteggio, contagiando pian piano tutti i partecipanti al corso e qualche osservatore esterno. Le lezioni si sono protratte sino al tardo pomeriggio, con gli esercizi di programmazione di un'escursione giornaliera e la elaborazione di un piano di riserva in caso di imprevisti o incidenti...

Special conditions for a special 4 star training :-)
Rosk landing and lot of rescues in a flat water... to increase skills and knowledge!
Il training 4 stelle, infatti, è rivolto ai kayaker che hanno già raggiunto una buona competenza tecnica e che vogliono acquisire le conoscenze per condurre in sicurezza un gruppo di compagni. Dopo il training di due giorni si può accedere all'esame finale di altri due giorni e, superate le prove previste, si ottiene il brevetto da Leader, cioè da responsabile dell'intero gruppo. Le nozioni per gestire tra le onde quattro o cinque pagaiatori sono elementari e dettate dal buon senso, ancor prima che dalla perizia tecnica, ma spesso occorrono diverse prove in mare per comprendere fino in fondo la necessità di praticarle. L'esperienza in navigazione, poi, arricchisce il curriculum del Leader 4 stelle.

Lunch break...
Toni from Qajait was our public relation man!
Dinner time!
Le onde, purtroppo, sono mancate. Le previsioni meteo non lasciavano dubbi: calma piatta!
Ma Eila e Nigel sono stati così bravi e coinvolgenti da spingere i partecipanti in situazioni comunque impegnative. Non sono mancati traini reali e simulati, interventi di primo soccorso e di riparazione del kayak, varie manovre di svuotamento del kayak, continue prove di inclinazione e gestione dello scafo, fino a giungere al famigerato sbarco sulle rocce. In questi casi, anche nella totale assenza di onde e di vento, la preoccupazione maggiore diventa quella di proteggere il kayak da possibili danni. Nigel è stato categorico: "If you do it right, be sure to have no damage to the equipment!"

Eila's coaching style...
Nigel in the middle talking with the hands...
A different system to empty the boat...
Così le piccole acrobazie sono andate avanti sia il sabato che la domenica, sempre intervallate da pranzi e cene che hanno amplificato la felicità dei nostri ospiti gallesi. Il momento più alto della lunga escursione enogastronomica in terra ligure è stato toccato quando abbiamo concluso il fine settimana seduti sul ciglio della strada della nuova marina di Varazze a gustare il pesce fresco fritto offerto in bei cartocci dalla locale cooperativa pescatori. Il vino bianco ghiacciato ha completato l'opera di degustazione. Il viaggio di ritorno e la giornata successiva trascorsa a bighellonare lungo le sponde soleggiate del Lago Maggiore hanno chiuso in bellezza una breve piacevole vacanza italiana!

On the water...
... and on the land!
Eila Wilkinson and Nigel Dennis arrived a couple of days before the BCU 4*training we organized in Varaze - Liguria (Italy) last week-end. They were enthusiastic of the linguine baking style, fresh mozzarella, lemon sorbet, typical sweet called "ugly and good", fresh meringues, red wine and grappa wine... They were bit less enthusiastic about weather conditions, unfortunately not good enough for the planned training! The sea was too much calm and the wind appeared only on late evening... but the two Welsh Coaches pushed the participants in a variety of sea kayak situations!
The first day was devoted to the "Coastal Navigation and Tidale Planning". We couldn't find a better place: the patio of the restaurant of the camping called "Dolce Vita", a good karma to start!
Two more days were devoted to the 4* training, always alternated by lunches and dinners Italin style... The tallest moment of the long gastronomic tour in Liguria has been touched when we have concluded the weekend sat on the eyelash of the road of the new harbor in Varazze, tasting the fried fresh fishes offered in beautiful bags by the local fishermen cooperative company. Frozen white wine completed the picture. The trip to come back and the last day spent walking up and down the norther Lake Maggiore have ended in a bang the short holiday in Italy!

martedì 2 settembre 2014

Level 3 Coach training: first step

Ho iniziato ieri il mio tirocinio per conseguire il brevetto BCU da Level 3 Coach.
Ho trovato ben quattro allievi disposti a seguire le mie lezione nell'arco dei prossimi sei mesi.
E' un percorso lungo ed articolato, quello per giungere al brevetto di terzo livello. Si diventa insegnanti BCU qualificati nella disciplina di pagaia specifica, nel mio caso del kayak da mare, e si viene abilitati a pianificare programmi didattici nel lungo periodo per gruppi di due o più allievi.
Ho seguito una prima settimana di corso a Plas y Brenin nel mese di febbraio 2014, poi altre due giornate intense in maggio sempre in Galles. Ora devo sviluppare il programma ideato e valorizzare le competenze acquisite dai singoli allievi per condurli da un livello principiante ad uno intermedio... Sarà divertente!
Il clima goliardico che si è instaurato tra i quattro sin dal primo incontro mi lascia ben sperare. Le previsioni meteorologiche, come sempre nel corso di questa strana estate, non erano le più invitanti, ma una parte del corso riguarda anche la scelta dell'abbigliamento e la valutazione delle condizioni ambientali, quindi abbiamo fatto di necessità virtù...
Ringrazio di cuore i quattro volontari che mi stanno aiutando in questo percorso: senza di loro, niente sarebbe possibile :-)

I fantastici quattro: Simona, Bruno, Mirella e Gianni!
Exploring: the most interesting task in sea kayaking
Mind the dog :-)
The princess...
I've finally start my training to hopefully achieve the BCU Level 3 Coach award.
I'm so lucky to have four students in my new long-term development group.
It's a long route, to reach the Level 3 Coach award, a discipline specific award to become able to plan, implement and analyse long-term development programmes. I've had a first week of Core training last February at Plas y Brenin, then two more days of Discipline Specific Training in May, always in Wales. Now I have to develop my personal long-term development program and be able to improve the TTPP skills of every single student... Will be amusing!
The light spirit of the first meeting allows me to well hope for the future. The weather forecasts, as always during this strange summer, were not the most inviting, but a part of the course also concerns the choice of the equipment depending and the weather conditions so...
I need to thank the four volunteers that are helping me in this route: without them, nothing would be possible : -)

venerdì 29 agosto 2014

Another trip done

Abbiamo completato nei tempi previsti il periplo dell'Isola di Lesbo, la più grande e la meno turistica dell'arcipelago greco delle Sporadi Orientali. E' stato un gran bel viaggio, davvero!
Siamo rientrati ormai da una settimana ed abbiamo pubblicato su Spot Adventure il percorso semplificato del viaggio (12.000 punti ridotti a 3.000): l
a pagina è raggiungibile al seguente link Lesbo Kayak Tour 2014, oltre che dal collegamento sulla testata del blog dedicato al viaggio...


We've finished as planned the circumnavigation of Lesvos Island, the biggest and less touristic one of the Greek archipelago located on the norteastern Aegean Sea. It was a great relaxed wonderful trip, indeed!
We come back home last week and we've published on Spot Adventure the simplified tour (12.000 pixels meeting places to 3.000): the page is available to the following link
Lesbo Kayak Tour 2014 and also from the link on the top of the Lesvos' blog...

sabato 2 agosto 2014

Lesbo Kayak Tour 2014

Ci siamo, anzi ci ri-siamo: in partenza per un nuovo viaggio estivo in Grecia!
Stavolta tentiamo il periplo dell'Isola di Lesbo, la maggiore e più centrale delle Sporadi Orientali.
Dopo le Isole Ioniche, Creta, Skopelos e Skiathos e l'Eubea, torniamo nelle acque calde e verdi greche per testare il nuovo kayak disegnato da Mauro, il Voyager.
Saremo soli, ma in buona compagnia: Meltemi, poemi saffici, ouzo, pinete, conchiglie e... tante pagaiate!
Potete seguire il nostro viaggio sul blog dedicato a Lesbo: lesbokayaktour2014.blogspot.it


Here we are, ready for a new sea kayak summer trip in Greece!
This time we attempt the circumnavigation of Lesvos, the greatest and more central island of the greek archipelago located in the northeastern Aegean Sea.
After Ionic Islands, Crete, Skopelos e Skiathos and than Evia Island, we come back in the warm and green waters of the Greek Sea one more time to test the new sea kayak designed by Mauro, the Voyager. We will be alone, but in good company at the same time: Meltemi, Sapphic poems, ouzo, pine forest, shells and... so many paddles!
Follow our trip on the Lesvo blog: lesbokayaktour2014.blogspot.it

giovedì 31 luglio 2014

New 3 star (and 4 star) courses around Italy and Europe

I primi corsi promossi da Tatiyak per conseguire il brevetto 3 stelle BCU si sono conclusi.
Iniziati a marzo con il primo corso a Palermo presso la Lega Navale Italiana della Sezione Arenella (che ha fatto anche uscire un breve articolo sulla propria rivista periodica), i corsi sono proseguiti a Genova, Latina, Napoli e Trieste, offrendoci l'occasione di promuovere la didattica BCU in Italia.
Il passa-parola ha funzionato così bene che ci sono stati richiesti altri corsi autunnali, sia in Italia che in Spagna, a Minorca, in occasione della manifestazione "Jornadas de Menorca en kayak" che ogni anno si svolge ad Es Grau e che è giunta ora alla nona edizione...
Ecco le altre date:
Alghero: venerdì 3 - domenica 5 ottobre 2014
Menorca: sabato 11 e domenica 12 ottobre 2014 (per informazioni contattare Menorca en kayak)
Vietri sul Mare (Salerno): venerdì 17 - domenica 19 ottobre 2014 (in collaborazione con Ondalunga kayak Salerno ASD)
Cagliari: sabato 1 - lunedì 3 novembre 2014
Dal 5 al 7 settembre, inoltre, Tatiyak organizza, in collaborazione con l'associazione Qajait di Torino e la Lega Navale Italiana Sezione di Varazze, un training 4 stelle BCU con Eila Wilkinson e Nigel Dennis: da non perdere!
Tutte le informazioni sulla pagina dedicata del sito!
In ogni corso ci sono ancora alcuni posti disponibili. Contattateci se siete interessati.

Tutti i corsi 3 stelle BCU promossi da Tatiyak sono pubblicati sulla pagina della scuola del sito...
The first part of the 3 star courses organized in Italy by Tatiyak is just happy finished.
Started last March in Palermo, Tatiyak moved all around Italy to promote the BCU didactic in Genoa, Rome, Naples and Trieste. We are so lucky to have received more requests for 3 star courses in Italy and Spain (Menorca Island, to be more precise, during the yearly meeting called "Jornadas de Menorca en kayak").
Here you are the new dates:
Alghero (Island of Sardinia): from Friday, October 3rd to Saturday, October 5th 2014
Menorca Island (Spain): Saturday, October 11th and Sunday, October 12th 2014 (for more information, please contact Menorca en kayak)
Vietri sul Mare (Salerno): from Friday, October 17th to Sunday, October 19th 2014 (in cooperation with Ondalunga kayak Salerno ASD)
Cagliari (Island of Sardinia): from Saturday, November 1th to Monday, November 3rd 2014.
In September, from Friday 5th to Sunday 7th, Tatiyak organize a BCU 4 star training with Eila Wilkinson and Nigel Dennis in Varazze, a beautiful village in the Ligurian coastline: more information on our web-site (written only in Italian, sorry) or via e-mail to tatiyak@tatianacappucci.it

In each course there are some places still available. Feel free to contact us if interested in.

martedì 29 luglio 2014

3 star course in Trieste

C'è sempre una prima volta.
La mia prima volta in kayak sotto la grandine è stata a Trieste!
Lo scorso fine settimana sapevamo tutti che avrebbe piovuto. C'era anche un'allerta meteo per il rischio di forti temporali... insomma, le solite bizze di un'estate che non ne vuol sapere di smettere di piangere!
La grandinata, però, non l'avevamo prevista... mi era già capitato, e più volte, di pagaiare sotto la pioggia, anche sotto la neve, persino con pioggia mista a neve in un bel vento teso e gelido di epifania... però la grandine non mi era ancora mai capitata! E la grandine in kayak fa male, specie sulle braccia, anche se sono coperte dal doppio strato di maglia tecnica e giacca d'acqua...
Mauro e Gregorio si sono spinti fino a Marina Julia e sono rientrati col vento in poppa, filando sulle onde fino a 14 chilometri orari, godendo come due ricci e tornando col sorriso a 42 denti: il Voyager si è comportato egregiamente, tiene il mare che è un meraviglia e adesso che ha anche la deriva è perfetto!
Il corso 3 stelle BCU di Trieste s'è così svolto in condizioni meteo marine decisamente avverse. Ma i quattro del gruppo non sembravano minimamente turbati e vestiti di tutto punto hanno continuato ad eseguire manovre, salvataggi e traini sotto la pioggia battente. Il sole ci ha ricompensati delle fatiche solo per qualche ora nel pomeriggio dell'ultima giornata, quando ormai eravamo tutti zuppi per appoggi ed eskimi!
Un corso molto particolare, molto bagnato e molto divertente!

Il venerdì di sole ci ha permesso di praticare tutti i diversi tipi di salvataggi... 
Il sabato mattina abbiamo persino esplorato le foci del Timavo...
Ma all'ora di pranzo la pioggia è caduta copiosa!
Mauro e Gregorio erano laggiù, a volare sulle onde...
Grandinata del 26 luglio al Villaggio del Pescatore!
Corriamo al riparo...
La quiete dopo la tempesta....
Il gruppo al completo sotto la pioggia: da sinistra Giulio, Nicola, Rolf e Marco
Il regalo di Patrizia, l'infaticabile Lupa di Mare che abbiamo ritrovato in kayak!
Questa spiaggetta è un incanto, come tutta la costiera triestina!
There is always a first time.
My first time in kayak under the hail has been in Trieste!
Last weekend everybody knew that it would be a rainy week end. There also was a weather forecast talking about strong thunderstorms... but we are getting use to this unusual summer that doesn't want to stop crying!
The hailstorm, however, we didn't have any idea about it... it had already happened me, and more times, to paddle under the rain, also under the snow, even with mixed rain and snow in a strong icy wind on Epiphany time... so that was my first time paddling under the hail! And I realize that the hail hurts, especially when you're paddling, especially on your arms, even if they are covered by the two-tier layer of technical sweater and waterproof jacket... I also putted on a storm cag!
Mauro and Gregorio paddled up to Marina Julia, on the west coast and they came back with the wind pushing up their stern, spinning on the waves up to 8 knots, enjoying the paddle and arriving at the slipway with a huge smile on their faces: the Voyager, the sea kayak designed by Mauro, was tested for the first time in a strong wind and was a very good and fulfilling!
The 
BCU 3 stars course in Trieste was so carried out under adverse sea and weather conditions.
But the four students of the group didn't leastly seem disturbed and continued to practise maneuvers, rescues and towing under the rain. The sun has appeared for a couple of hours only in the afternoon of the last day, when by now we were all soaked for doing and redoing braces and rolling!

A very particular course, very wet and very amusing!

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog