IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

lunedì 19 gennaio 2015

Tati-HIC!-yak

Lo sapevo già: bere mi fa bene! Un gran bene! Un benissimo!
Mi basta un goccetto per diventare allegra, un paio di bicchieri per iniziare a ridere, un terzo bicchiere per perdere il controllo. Se poi, come è successo ieri mattina, mi scolo una mezza fiaschetta di grappa ed un punch al mandarino tutto d'un fiato, allora mi prende una ridarella incontenibile e contagiosa che non mi passa più!
Dovevo trovare un rimedio immediato ed efficace per digerire il giapponese della sera prima. E l'ho trovato!
Ma ho preso una ciucca colossale! Di domenica mattina! E non ero certo da sola!
Ero insieme a dieci compagni di pagaiata (che scommetto NON manterranno il massimo riserbo sulla vicenda!) e ad un nutrito pubblico che affacciato alla balaustra del lungo lago si è goduto il lungo siparietto in costume...
Qualche anima pia mi ha aiutato ad indossare la muta. Ho provato da sola ad infilare i calzari ma appena ho tirato su la testa il lago ha preso a girare in vortici sempre più ampi. Al momento del paraspruzzi ricordo solo di essermi seduta in ginocchio sulla sabbia... stremata dalle risate!
Quando le nebbie si son diradate, a pomeriggio inoltrato, ho capito di poter aspirare alla vice-presidenza onoraria del futuro "Sea kayak drinking team"!
E ho capito anche un'altra cosa fondamentale dell'andare in kayak: da ubriachi è davvero difficilissimo!!!

Quattro per mettermi in kayak, due per scattare foto, uno per fare il filmato!
Il gruppo di spettatori (dietro l'obiettivo il mitico Luciano Belloni)
Sulla via del rientro ho barcollato ancora un po'...
I already know: drinking make me happy! Very happy! Very much indeed!
It's enough a short glass to make me smile, a pair of glasses to begin to laugh, a third glass to lose control. If if happens, as it has happened yesterday morning, I drink a half flask of grappa and also an alcoholic punch, then I burst put laughing hysterically!
I had to find an immediate and effective remedy to digest the food I had eaten the night before at the Japanese restaurant (very good but too much food!). And I've found it! But I've so started the Sunday morning completely drunk! In front of ten paddle buddies (what do you think? they won't maintain the secret about the story! of course not!) and a lot of unknown people who generally have a walk on the lake shore... last Sunday they have had a sunny day with an extra special sketch!
Someone has helped me to wear the dry suit. I've tried alone to put the boots on but as soon as I've tried to stand up again then the whole lake has taken to turn around in ample whirls more and more. The worst moment was with the spryskirt. I only remember me sitting on the knees on the sandy beach... exhausted for to much laughing! I've realized that I'm the right person to be the vice-president of the rising club called "Sea kayak drinking team"!
I've also understood one more fundamental about sea kayaking: it's so difficult when drunk!!!