IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

mercoledì 17 ottobre 2012

San Vito Climbing & Sea Kayaking Festival

Il sole rende felici.
E' per questo che al San Vito Climbing Festival eravamo tutti allegri e sorridenti, anche quando lo scirocco ha nascosto il cielo azzurro dietro una coltre di nuvoloni grigi. Per qualche minuto è caduta un pioggia fresca sulla testa di centinaia di partecipanti, ma climbers, bikers, runners & kayakers non si sono mai fermati un attimo: era tutto uno scalare pareti rocciose a picco sul mare, pedalare lungo sentieri profumati di macchia, correre su e giù per le montagne dello Zingaro e pagaiare nelle acque limpide della costa trapanese!


Il Festival attira da quattro anni e da tutta Europa moltissimi amanti degli sport all'aria aperta.
Grazie all'infaticabile lavoro organizzativo del Sea Kayak Trinacria e soprattutto di Vincenzo Stuppia e Nico Cassano, per la prima volta quest'anno c'era anche il kayak da mare: 50 partecipanti provenienti da tutta Italia hanno riempito di pagaie moderne e groenlandesi il bellissimo golfo di San Vito, solcando le sue acque turchesi per escursioni giornaliere, gare amatoriali e corsi di rolling.
Forte presenza femminile (6 su 12 iscritti alle classi individuali di rolling e ancor di più in acqua), ricchi premi per i primi classificati (GPS, sacche stagne e giacche d'acqua), grande partecipazione nelle pagaiate lungo costa e soprattutto alta collaborazione nella gestione degli eventi: un gruppo molto affiatato, attivo e propositivo ha fatto sentire a casa propria triestini, liguri, campani, sardi, siciliani e chi, come me, si sente una nomade del kayak.

Uno dei tanti momenti del festival - Happy moments on the beach
Le cinque giornate del festival sono state ricche di incontri, prove, gare ed esibizioni, le serate animate da presentazioni, video e concerti.
Ad ogni angolo si sentiva parlare una lingua diversa ed era tutto un formarsi e disfarsi di gruppetti sparsi, raccolti intorno ad una fune elastica oppure ad una granita di mandorle con la panna.
Abbiamo tutti dormito pochissimo, troppo presi dalla scoperta dei luoghi e delle persone, troppo occupati a correre da un punto all'altro del festival: quando si spegnevano le luci del paese, si accendevano quelle del firmamento e anche la notte si riempiva di emozioni, chiacchiere sommesse e risate senza fine...

Super-eroi! - Super heroes!
Nico&Vicenzo: duo infaticabile! - Two marvellous guys!
Sono stata così fortunata da affiancare Justine Curgenven nella presentazione del suo video sulle Isole Eolie "Islands of fire", così curiosa da ri-vedere il racconto per immagini di Guido Grugnola della sua circumnavigazione di Italia&Sicilia e così puntuale da godermi sin dal principio il bellissimo filmato di Giacomo Della Gatta sulla discesa del tratto maliano del fiume Niger. Appuntamenti imperdibili che hanno raccolto sotto il palco non solo il folto gruppo di canoisti presenti ma anche tanti altri curiosi, passanti ed iscritti al festival.
Tutte le proiezioni erano libere ed aperte e c'erano kayakers ad ammirare le prodezze dei bikers, climbers che si godevano le immagini dei runners e tutti che si davano appuntamento per il giorno dopo, in acqua o in montagna... e persino in pareti da deep water per godersi lo spettacolo dal mare!

Incontri mattutini... - Morning breefing...
La pasticceria siciliana ha addolcito la permanenza e la cucina locale, rinomata per il cous-cous, ha riunito tutti intorno a lunghe tavolate schiamazzanti; la mattina in campeggio, aspettando che tutti mettessero la testa fuori dalla tenda o dal bungalow, ha cementato le vecchie amicizie e trasformato in realtà quelle ancora confinate nel mondo virtuale dei social network; le giornate di lavoro in acqua non sono pesate a nessuno, anche se è presto iniziata la conta dei lividi che fiorivano sulle gambe e dei dolori muscolari che assalivano nel cuore della notte; gli incontri pomeridiani sono stati tutti di altissimo livello, specie quelli dell'impareggiabile Giacomo sull'organizzazione di viaggi in kayak...

Between Vincenzo&Giacomo: two gentle giants of the Italian sea kayaking group
Insomma, sono stati cinque giorni fantastici, ricchi di eventi, incontri e risate, pieni di amici, pagaiate e mangiate, stracolmi di attività, proposte ed idee.
Lo staff del Sea Kayak Trinacria ha dato il meglio di se e mi ha affibbiato un nuovo soprannome - caterpillar del rolling, Franco era ad attendermi all'arrivo in aeroporto e Sergio di Azzurro Sea Kayak mi ha riaccompagnato la domenica sera, Salvo è stato così gentile da prestarmi il suo kayak per l'esibizione di rolling groenlandese, Andrea e Rosanna mi hanno sfamata durante le interminabili lezioni in acqua, Leonardo e Giuliana mi hanno riempito di attenzioni, Ignazio mi ha offerto la sua amaca, Pietro mi ha aiutata a spostare più di un kayak, Gianluca ha scattato foto panoramiche invidiabili, Mariella ha promosso ancora ilo nostro libro di racconti di donne in kayak "L'altra metà del mare" e Romina mi ha contagiata col suo entusiasmo. Alessandra, Beatrice, Chiara, Ilenia, Manuela, Morena, Angelo, Dario, Giovanni, Maurizio, Toni e Sergio sono stati allievi così affettuosi, dentro e fuori dall'acqua, da farmi crescere subito la malinconia...

Il mio ufficio nei giorni scorsi - My office for the last 5 days
Il mio soggiorno è stato davvero speciale e ho fatto il pieno di energie positive.
Sono tornata a casa abbronzata, stanca e felice.
Ho raccolto alcune delle mille specie di piante grasse coltivate nei giardini rigogliosi di San Vito.
Ho rivisto vecchi compagni di viaggio, ho ritrovato amici di un tempo e ho conosciuto persone straordinarie!
Ho mangiato dolci in abbondanza, ho perso la voce a forza di ridere e ho esultato come una bambina per l'assegnazione del Premio Nobel per la Pace all'Unione Europea: è a noi che è stato conferito, a noi che abbattiamo le barriere, geografiche e mentali, a noi che ci sentiamo cittadini del mondo e che solchiamo i mari dei cinque continenti, a noi che con la pagaia in mano uniamo paesi, città e ideali!
Evviva l'Europa Unita, evviva il Mondo Unito, evviva il  mare che ci unisce, come al San Vito Festival!!!

Thanks to Gianluca D'Antoni for the deep-water picture!
The sun makes the people happy.
At the San Vito Climbing Festival in Sicily we were all smiling, climbers, bikers, runners & kayakers.
The Festival attracts since four years and from all over the Europe fan&athletes of different outdoor sports. Five days rich of meetings, competitions and exhibitions, video, films, slide-shows and music.
We all didn't sleep very much, so interested in discovering new places and new people...
For the first time this year, the kayak was one of the outdoor sport invited to the festival: thanks to Vincenzo, Nico and the staff of the fantastic Sea Kayak Trinacria, 50 kayakers coming from all over the country, a strongly female presence, a very good group working together all the time...
I was lucky enough to be placed side by side to Justine Curgenven in the readout of her film "Islands of fire", so curious to ri-see the story of Guido Grugnola about his Italy&Sicily circumnavigation and so punctual to enjoy the beautiful video presented by Giacomo Della Gatta on his paddling on Niger river...
And I was sooooo happy to run rolling classes and meet a lot of new sea kayak friends and so enthusiastic paddler buddies...

Translating Justine's presentation of her slide-show...
Sicilian dishes made eveybody happy, daily classes into the water were always fully, afternoon meetings were high-level endeed.
I picked up some of the thousand cacti of the luxuriant gardens of San Vito and I exulted as a child for the awarding of the Nobel Peace Prize to European Union: it is a prize for us all, for all the people who demolish the frontiers - geographical and mental - who feel citizens of the world, who paddle on the sea of the five continents, who want to go on to unite countries, cities and ideals!
Hurray United Europe, hurray United World, hurray the Sea that unites people, as at San Vito Festival!!!

3 commenti:

  1. Speriamo che non sia l'ultima volta in Sicila.Me lo auguro con tutto il mio cuore. Gianni Iandolo

    RispondiElimina
  2. Ciao Gianni, avremmo tutti voluto vederti!!!
    Sai bene che non potrà essere l'ultima volta perché, come dice un amico siciliano, chi assaggia il miele....
    un grandissimo abbraccio dal profondo Nord in attesa di scendere ancora al meraviglioso Sud...
    a presto in acqua

    RispondiElimina
  3. Era quello che volevo vedere scritto per risposta. Sai ho sofferto tanto a non poter presenziare, ma i tanti punti non me lo hanno permesso.A presto in acqua siiiii....mi piace.

    RispondiElimina

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog