IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

domenica 21 aprile 2019

Pagaia: such an astonishing symposium!

This is the perfect excuse to try to get back writing this blog in (my poor) English - with an Italian translation below the pictures! La versione italiana è subito sotto le fotografie!
I'm just back home from a long intense memorable week spent at the VIII Internacional sea kayak symposium organized by the Pagaia Club in Llança, Costa Brava of Catalogna in Spain.
This was my third Pagaia symposium and I feel really honoured and grateful to have been part of this amazing event. This year we were just two Italian partecipants, together with Giulio from Genova, but we've immediately realized that we were part of a big happy warm family!
Every time I realize that the passionate volunteer members of the Pagaia Club put a big effort in organizing a really unforgettable meeting. Every time I think that it's basically impossibile to do a better job. Every time I have to admit that they go well beyond the most optimistic expectations!
I'm not alone in that feeling considering that the almost 200 available places were booked in just 4 days from the opening launch of the official inscriptions last November 1th! You now know what to do in order to hopefully take part in the next 2021 symposium: be fast, be smart, be in advance!
You cannot go wrong: the not to be missed visit to the european capital city of the sea kayaking activities is always planned for the week before Easter. There are 3 days of workshops with more than 30 well-known coaches coming from all around the world, and 4 additional days of guided short/long trips along the wonderful coast line of the natural reserve of Cap de Creus.
Paddlers speaking so many different languages are sharing the mesmerizing experience of understanding each other by simply using their paddle to communicate: kayaking is the right way to overpass any language barrier! I was working with wonderful women called Arancha, Nuria, Monserrat or Karola, Roswitha, Line and most of the time we were using body language or great smiles to express ourselves. People are coming from Finland, Belgium, Germany, France, Spain, UK, USA and other countries to share this big passion we all have about sea kayaking!
You should be involved for days in astonishing activities like rolling & rescues, rock hopping & rock landing, risk assessment & incident managment, towing and leading, navigation & expedition methodology, games & balance, manouvers with both euro blade and Greenland paddle and you still want to have more and more!
The ordinary day at the Pagaia symposium starts with a yoga session from 6.45 to 8.00 a.m., than a breakfast from 8.00 to 8.30 plus a general breafing at 9.00, later on you can take part in different sessions on the water from 10 a.m. to 5 p.m., as well as stretching session from 18.15 to 19.00, evening events and two fantastic dinners for all the partecipants. The kitchen team is doing a professional job preparing a giant paella for almost 270 people and also a tasty cake with hundred of profiteroles that this year came in a spectacular shape of a proper kayak!
It's unbelievable how the general easygoing atmosphere can affect your attitude and how the usual conversations cover uncommon topics like being more contemplative rather than competitive (both in sport and life activities) or how to fill the gap in between different generations to promote the paddling activities among youngest people... It's a worthwhile meeting I'm always excited to be invited to because it's a special moment when you can not only share your thoughts, improve your knowledge and involve yourself in new projects, but also refine your cultural, environmental and global awareness... It's a week that can easily change your life, at least for a while, and that can surely help you to become a better person, at least for that week!
This is the third time I come back home from the Pagaia symposium with a big amount of positive energy, a real optimistic mind and a large inside smile: this is all possible thanks to the organizers and the participants who all together contribute to make this event a very unique unforgettable unmatchable biennial celebration!
Thank you again and again for letting me be part of this amazing family! Hasta luego!

A carpet of colorful kayaks on Llança beach during the Pagaia International Sympo!
One of the first morning briefing to introduce the Greenland paddle technique...
Rolling and rescue session and more exercises all around...
More rolling with and without the personal floating device...
So much fun during the game and balance session!
Greenland style session with Maligiag!
Giulio and me watching a good roll!
A big bunch of paddlers in between Yannik and Giulio!
The sunny relaxing lunch break spent at Cala Tavallera...
Morning briefing at Port Lligat (on the right bottom the awesome house-museum of the famous painter Dalì) 
Exploring the rocky coast-line around Cap de Creus...
All the international gang into the same cave-arch!
The cave is big enough for everybody: don't missed it next time!
A pebble beach completely covered by kayaks! 
Cars&vans without kayaks on the roof or on the trailer are not allowed :-)
Partial view of the camp site in the local school...
This is what happen at night (just twice!)
Smiling faces and a message in the bathroom's mirror: I love sea kaya-KING!
Last sunny day was perfect to hang and dry all my gear!
Women coaches wearing the buff of the Italian women symposium "Il sorriso del mare"!!!

Questa è la scusa perfetta per tornare a scrivere il blog di Tatiyak in inglese, inserendo la versione italiana subito sotto le fotografie!
Sono appena tornata a casa dopo una lunga intensa e memorabile settimana trascorsa alla ottava edizione del Symposium Internacional de caiac de mar organizzato dal Club Pagaia di Llança, un villaggio della Costa Brava in Catalogna (Spagna).
E' la terza volta che ho l'occasione e l'onore di partecipare a questo evento speciale: insieme a Giulio da Genova quest'anno eravamo solo due italiani tra gli oltre duecento partecipanti, ma ci siamo sentiti sin da subito parte di una grande calorosa festante famiglia!
Ogni volta che partecipo al symposium Pagaia capisco meglio l'enorme sforzo organizzativo profuso dai tanti volontari coinvolti in questo evento indimenticabile; ogni volta penso che fanno un lavoro eccelso ed impareggiabile, talmente buono da non poter essere migliorato; ogni volta però devo ammettere che i risultati vanno ben oltre le mie più rosee aspettative: sono sempre più bravi!
Non devo essere la sola a pensarla in questo modo visto che gli oltre duecento posti disponibili vanno letteralmente a ruba e si esauriscono in appena quattro giorni dall'apertura ufficiale delle iscrizioni, che avviene il primo giorno di novembre dell'anno precedente. Adesso sapete cosa fare per sperare di poter partecipare al prossimo symposium del 2021: programmare con largo anticipo ed essere veloci!
Non potete sbagliare: questo imperdibile symposium internazionale viene organizzato ogni due anni nella settimana precedente la Pasqua. Si tratta di 3 giorni di sessioni tecniche in acqua e a terra seguiti da 4 giorni di escursioni guidate lungo le spettacolari coste della riserva naturale di Cap de Creus.
Pagaiatori provenienti da diversi paesi e che parlano diverse lingue condividono la strabiliante esperienza di comprendersi gli uni con gli altri semplicemente usando una pagaia. Il kayak da mare è la prova che possiamo superare le barriere linguistiche e culturali parlando tutti lo stesso idioma: la lingua della pagaia!
Ho avuto la fortuna di lavorare con donne dai nomi e dai caratteri fuori dal comune, come Arancha, Nuria e Monserrat, ma anche Karola, Roswitha e Line: molte volte ci siamo trovate ad usare dei larghi sorrisi di intesa per comunicare tra noi. Sono arrivate persone dalla Finlandia, dal Belgio, dalla Germania, dalla Francia, dalla Spagna, dal Regno Unito e dagli Stati Uniti proprio per condividere con altri questa grande passione che tutti abbiamo per il kayak da mare.
Durante il symposium si può prendere parte a sessioni tecniche di rolling & salvataggi, di pagaiate tra le rocce e sbarchi sugli scogli, di prevenzione e risoluzione di incidenti, di traini e conduzioni del gruppo, di navigazione e preparazione di una spedizione, di giochi di abilità ed equilibrio, di manovre sia con la pagaia moderna che con quella groenlandese. Si può partecipare a tutte le sessioni ed avere ancora voglia di seguirne molte altre!
Una giornata normale al symposium Pagaia quest'anno era così strutturata: la seduta di yoga dalle 6.45 alle 8 del mattino, seguita dalla prima colazione dalle 8 alle 8.30 e dalla riunione generale delle 9 per discutere del programma giornaliero; poi in mare dalle 10 del mattino alle 5 del pomeriggio, la sessione di stretching dalle 18.15 alle 19.00, gli eventi serali e due cene fantastiche preparate per tutti i partecipanti. I volontari del gruppo cucina svolgono un lavoro professionale impeccabile per cucinare una paella gigante per oltre 270 persone e anche un dolce speciale di centinaia di bignè ripieni alla crema disposti quest'anno in forma di kayak da mare!
E' incredibile quanto l'atmosfera rilassata e paciosa del raduno possa contagiare ognuno di noi e come le normali conversazioni serali possano virare su tematiche inusuali quali cercare di diventare più contemplativi e meno competitivi (nella vita e nel kayak) o quali provare a ridurre lo scarto generazionale per diffondere il kayak tra le persone più giovani. E' una settimana davvero speciale alla quale sono sempre molto contenta di essere invitata perché ho la possibilità non solo di condividere pensieri ed emozioni, di accrescere conoscenze e competenze e di pianificare nuovi progetti ma anche e sopratutto di affinare la consapevolezza personale su varie tematiche culturali, ambientali e globali... E' una settimana che può facilmente cambiare la tua vita, almeno per qualche tempo, e che può sicuramente contribuire a farti diventare una persona migliore, almeno per quella settimana! 
Questa è la terza volta che torno a casa con un carico indescrivibile di energia positiva, di pensieri costruttivi e di larghi sorrisi interiori: e tutto questo è possibile grazie alla presenza di organizzatori e partecipanti che sanno rendere l'incontro biennale davvero speciale, inimitabile ed indimenticabile!
Grazie di tutto cuore per avermi chiamato a far parte di questa grande famiglia! Hasta luego!

Nessun commento:

Posta un commento