IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

mercoledì 27 giugno 2018

BC 3 star course in Malta with an amazing group!

Ed eccomi di ritorno a Malta.
Per l'ultimo corso prima del viaggio estivo...
Sono stata invitata a tornare nella bella Bai di Saint Paul, sulla costa nord orientale di Malta, per portare avanti il percorso iniziato appena un paio di mesi fa da alcuni appassionati pagaiatori locali.
Il gruppo, per quanto eterogeneo e con differenti esperienze in mare, era anche molto ben affiatato: è stato un vero piacere lavorare con persone tanto attente e disponibili, un atteggiamento che si capiva non relegato ai momenti trascorsi con la pagaia in mano ma che si estende naturalmente anche al resto della vita quotidiana. Mi rimarrà a lungo impressa nella memoria l'esultanza con cui hanno tutti accolto la riuscita del rolling da parte degli altri compagni di corso, così come di alcune (a mio avviso) più articolate manovre di conduzione del kayak (come per esempio il timone di prua o lo spostamento laterale in movimento, quando la prua tende sempre a spostarsi troppo, mentre deve essere tutto il kayak a scivolare in diagonale, seguendo la corretta inclinazione della pala in acqua...)

Vince, Keith, David, Ean e Alan nella Baia di Saint Paul a Malta...
I primi esercizi sulla pagaiata: imparare divertendosi :-)
La zona migliore per praticare le manovre: la piccola isola di Saint Paul...
Il ritorno dall'isola di Saint Paul nell'ultimo pomeriggio di corso...
Qualche piccolo problema coi carrelli...

Questi e tanti altri piccoli segreti del mestiere sono stati il sale di un corso durato tre giorni che ha riempito le giornate di cinque partecipanti e di una insegnante: una gran bella esperienza per chiudere questa ricca stagione di inizio 2018, prima di tuffarci nel viaggio estivo in Grecia, alla volta della Penisola Calcidica e di alcune Isole del Nord Egeo.
Con la scusa di andare in giro ad insegnare il kayak da mare, ho la fortuna di visitare luoghi affascinanti, di entrare in contatto con le persone del posto e di scoprire un piccolo mondo in ogni angolo del mondo, dalla Bretagna ai Paesi Baschi, dal Regno Unito alla piccola isola di Malta, dalla costa tirrenica a quella adriatica (che seppur entrambe italiane sembrano appartenere a realtà distanti e differenti, come è giusto che sia)...
Sono molto contenta dell'occasione che mi si ripropone ogni volta di conoscere nuovi appassionati del kayak da mare ma soprattutto di capire che siamo in tanti, sempre più numerosi, in molte parti del mondo. E che siamo tutti diversi ma uguali, accomunati dalla stessa contagiosa malattia per la pagaia, dallo stesso profondo rispetto per il mare e anche dalla stessa certezza che non esistono confini o barriere o frontiere che possano resistere alla straripante ed incontenibile esigenza umana di lanciarsi alla scoperta di nuovi orizzonti!