IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

mercoledì 12 aprile 2017

In kayak, la mia storia: l'opera prima di Francesco Salvato

Quando ho saputo che Francesco Salvato aveva scritto un libro sulla propria storia canoistica, un dubbio si è insinuato nella mia mente: a scrivere auto-biografie si rischia di scivolare nell'auto-adulazione... e poi, mi chiedevo, non è mica così vecchio da poter scrivere chissà cosa... Ma mi sbagliavo, su tutti e due i punti: non che sia vecchio, anzi, ma ha un sacco di cose da dire.
Chi conosce Francesco, poi, anche per quel poco che ho avuto la fortuna di conoscerlo io, sa bene che a quel canoista alto e magro e sorridente non si può certo rimproverare la minima traccia di presunzione.
L'ho incontrato per la prima volta al corso di formazione per maestri federali: lui che ha un'esperienza ultra decennale, un'innata predisposizione all'insegnamento ed un'impeccabile formazione accademica (con una laurea ISEF, una tesi sulla didattica del kayak fluviale ed un punteggio di 110 e lode!) si è seduto come noi tra i banchi dell'aula e ha seguito concentrato ed attento i due giorni di lezioni frontali ed interattive. Quando però parlava lui, canoista di lungo corso, aveva una capacità di ravvivare l'attenzione che ho raramente riscontrato in altri grandi maestri di pagaia.
La stessa verve è confluita nella sua prima opera di narrativa: "In kayak, la mia storia".

Il volume di 253 pagine al prezzo di 20 euro
La dedica con cui Francesco ha personalizzato la nostra copia del suo libro
Alcune delle suggestive immagini che corredano i racconti di una vita in canoa

E' venuto a presentarlo alla serata organizzata da Sullacqua a Ponte Tresa lo scorso sabato 25 marzo.
"In kayak, la mia storia" è un libro che si legge tutto d'un fiato, che sollecita la curiosità, che conduce alla scoperta dei vari fiumi che Francesco ha disceso in giro per i cinque continenti nell'arco di oltre trent'anni. Come canoista ho sempre ammirato la sua capacità di leggere le linee d'acqua e di scendere il fiume quasi senza pagaiare, pennellando sulla superficie dei piccoli riccioli di perfezione.
Francesco è bravo come pagaiatore, come insegnante e anche come scrittore.
E' magistrale nel tratteggiare corsi d'acqua, compagni di viaggio, stati d'animo e... tutto quel che può accadere nella vita piena di un canoista che pagaia tanto, in corrente e controcorrente, anche.
Francesco ha una scrittura diretta, pulita, accattivante: ti sa tenere dentro al racconto, ti lascia intravedere solo alcuni spiragli e poi sa far deflagrare il finale come fosse una cascata dietro la curva del fiume. E ha questa capacità straordinaria di parlare delle altre persone, spiegando sempre cosa ha imparato da ciascuna di loro, che mi ha fatto crescere dentro la voglia di conoscerlo meglio. Per imparare da lui: a pagaiare e a insegnare.
Francesco ha fatto bene a scrivere un libro così: serve alla canoa italiana iniziare a costruire una storia nazionale e familiare di uno sport ancora di nicchia ma che merita molta più attenzione, da parte di tutti, appassionati, sportivi ed istituzioni. Ha fatto bene a parlare della sua storia, nei suoi racconti c'è tanta canoa, tanta passione e tanta voglia di crescere insieme.
Un maestro di canoa e di vita: di Francesco si può tranquillamente parlare in questi termini.
Affrettatevi a ordinare e a leggere il libro: è un volume che arricchisce la biblioteca di ogni kayaker!