IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

lunedì 14 marzo 2011

Italian Roll Championship - two funny days!

Si è conclusa la seconda edizione del Campionato Italiano di Eskimo 2011: sabato 12 e domenica 13 marzo 2011 la piscina di Genova Pontedecimo gestita dalla Fratellanza Nuoto si è riempita per il secondo anno consecutivo di kayak e di allegria!
Il divertimento è stato grande ed è stato visibilmente condiviso da tutti i partecipanti alla manifestazione, sia dai canoisti in acqua che dal pubblica a bordo vasca, accorso entusiasta nelle due piovose giornate di questo lungo fine settimana vissuto all'insegna dei giochi in kayak.
Purtroppo, a causa del tempo inclemente non abbiamo potuto godere, come lo scorso anno, dello spazio verde antistante la piscina: le numerose barche esposte, comunque, sono state presto adagiate in acqua e la vasca si è subito riempita di canoisti curiosi di testare vecchi e nuovi modelli.


Ringraziamo gli sponsor intervenuti che hanno contribuito alla buona riuscita dell'evento: Diego Zanga di Raimbow, che ha fornito le barche per le prove della disciplina fluviale e che ha anche solleticato la curiosità di molti introducendo una bella tavola da SUP; Sandro Spagnol di CSCanoe che ha fatto la felicità di molti presentando in anteprima il suo nuovo kayak groenlandese 550 (che attende ancora di ricevere un nome più appropriato), oltre al Greenland T della Tahe Marine ed al vecchio e glorioso Sea Pearl, tutti modelli che saranno messi a disposizione ancora a Bibione dal 17 al 20 marzo prossimi; Giuseppe Di Mauro della Overline, che pur non essendo presente, ha fatto arrivare uno Spirito Inuit, di cui è diventato felice proprietario il CKF per gli allenamenti della prossima stagione, ed un fiammante Tikit rosso messo per l'occasione a disposizione dall'associazione Sullacqua.


La piscina è stata tutto un fiorire e rotolare di kayak per i due giorni della manifestazione: una metà vasca è sempre rimasta a disposizione di chiunque volesse cimentarsi con una pagaiata in acque sicure, come il bimbo intrepido sul Tikit, oppure apprendere nuove figure di eskimo groenlandese o semplicemente capire le differenze esistenti tra i diversi modelli di kayak presenti. Non solo gli iscritti alle esibizioni ma anche gli altri partecipanti hanno così potuto divertirsi a scambiarsi informazioni e curiosità ed è stato bello vedere come anche i fluviali si siano appassioanti alle manovre groenlandesi, dando prova di grande versatilità.


I due kayak realizzati interamente a mano da Piero Nichilo sono stati provati da quasi tutti i canoisti in vasca e hanno suscitato un forte interesse anche tra il pubblico: la presenza di uno dei più conosciuti costruttori italiani di KLI ha certamente arricchito la manifestazione sportiva e siamo certi che la collaborazione potrà proseguire in maniera ancor più proficua in un prossimo futuro, visto che sono già in cantiere nuove iniziative per la terza edizione del Campionato 2012.


L'evento ha poi ospitato anche alcuni importanti ed emozionanti momenti culturali ed artistici: nel corso della serata di sabato, infatti, nella sala espositiva messa a disposizione dalla Fratellanza Nuoto, è stato possibile godere di tre mostre particolarmente apprezzate ed allestite intorno al bel kayak realizzato da Niko de Florio secondo le tecniche groenlandesi, un modello lasciato volutamente senza rivestimento esterno per valorizzarne le linee costruttive in legno.


Mentre le magliette facevano bella mostra a bordo vasca con una macchia di colori vivaci che non passava inosservata, al piano superiore sono state accuratamente sistemate le fotografie di Luciano Belloni, le lampade artistiche di Rosaria Guidotti e gli acquerelli di Carlo Pezzana, tutte opere a sfondo "acquatico-canoistico" che hanno ricevuto un ottimo riscontro e che saranno esposte anche il prossimo 19 marzo presso il Castello di Genova Nervi in occasione di una nuova iniziativa organizzata dal Circolo Canoaverde.


La serata ha raggiunto il suo culmine con l'attesa presentazione del progetto ItaliAmmassalik da parte di Ottorino Tosti, un appassionato glaciospeleologo genovese nel frattempo divenuto un fraterno amico dei tanti canoisti che hanno aderito con entusiasmo al suo progetto e che stanno sostenendo il suo impegno nei confronti della piccola e sperduta comunità groenlandese: abbiamo così potuto vedere in anteprima nazionale i pannelli della mostra fotografica che verrà allestita al Museo Nazionale dell'Antartide di Genova dal 16 aprile al 31 maggio 2011 e che poi girerà l'Italia in altre prestigiose sedi; abbiamo anche avuto la fortuna di ascoltare una delle rarissime interviste concesse lo scorso anno proprio ad Ottorino Tosti dall'esploratore italiano Robert Peroni, che dal 1980 vive in quella piccola comunità e che in maniera accorata ha spiegato le ragioni che dovrebbero indurre tutti noi ad impegnarci per salvaguardare la cultura Inuit in generale e quella di Ammassalik in particolare.
Il progetto è aperto alla collaborazione di quanti, singoli o associazioni, vogliano sostenere gli sforzi avviati per la conoscenza di quella remota realtà e siamo stati particolarmente contenti di vedere che dopo il confronto di una sola serata sono già stati individuati alcuni interessanti ambiti di intervento che certamente avranno un seguito costruttivo...


La presenza di Aldo Scaiano del Circolo Polare ci ha fatto capire una volta di più che l'evento sportivo ha saputo rompere gli argini del mondo canoistico ed è riuscito ad attrarre altre associazioni culturali: a lui e alla sua associazione vanno i nostri più calorosi ringraziamenti per il riconoscimento ed il sostegno.
La giornata della domenica è stata altrettanto divertente ed allegra: piscina sempre affollata di kayak, pubblico sempre partecipe a borso vasca, esibizioni sempre molto seguite e conclusione spumeggiante con la nuova disciplina introdotta quest'anno dell'eskimo a squadre.


Si sono confrontate in acque le due squadre di Canoaverde e di Sullacqua, in un gioco di capriole in acqua eseguite in tempi sincronizzati (più o meno) perfetti, che ha davvero coinvolto ed appassionato il pubblico presente oltre che divertito ed entusiasmato molto anche gli stessi concorrenti, che a fine esibizione erano ancora lì in acqua a passarsi informazioni e trucchi per la buona riuscita di questa o quella manovra... e a coltivare buoni proposito per gli allenamenti di squadra in vista della prossima edizione.
Anche quest'anno è prevalso così l'aspetto ludico su quello agonistico ed il clima di allegra partecipazione ha reso davvero indimenticabile questa seconda edizione.
Un ringraziamento particolare vogliamo rivolgere alla Fratellanza Nuoto che ha messo a disposizione l'impianto e che ha garantito la sicurezza a bordo vasca per i due giorni delle esibizioni, con un giovane gruppo di atleti della squadra di salvamento che si sono distinti anche in seducenti prove in acqua....


Prezioso il contributo del Circolo Canoaverde di Genova che si è speso senza riserve per la buona riuscita dell'evento, fornendo anche intrepidi operatori video per le riprese dall'alto, dal bordo vasca e da sott'acqua!
Avremo decine di foto e filmati da montare per la promozione della manifestazione e speriamo di proporre presto un avvincente presentazione video per far lievitare ancor di più l'interesse intorno a questa magnifica disciplina acquatica, un pò magica e tanto, tanto, tanto divertente.


Le premiazioni sono state condotte dal Presidente della FICT Arcangelo "Gengis" Pirovano, nostro graditissimo ospite, e nei prossimi giorni pubblicheremo anche la classifica finale, con i più sentiti ringraziamenti a tutti gli enti locali (Comune, Provincia e Regione) e sportivi (Fick, Fict, Uisp e Sottocosta) che con il loro sostegno anche economico hanno contribuito alla realizzazione di questa secona edizione.
Il buon rapporto instauratosi tra le varie associazioni che promuovono l'evento ed il fruttoso lavoro realizzato in questa due giorni di giochi e diverimenti, ha convinto tutti a riproporre l'evento anche per il prossimo anno, così da lanciare l'appuntamente annuale: si tratta certamente di uno sport di nicchia, ma l'eskimo conquista sempre più appassionati, in uno spirito aperto di confronto e crescita che fa bene in kayak e nella vita.
Appuntamento per tutti al prossimo anno per la terza edizione del 2012 che si allargherà anche alla disciplina della canadese pallonata, dell'eskimo di fantasia e....
Sabato 10 e domenica 11 marzo 2012, sempre a Genova Pontedecimo, sempre presso la piscina della Fratellanza Nuoto, sempre con Tatiyak!

Nessun commento:

Posta un commento

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog