IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

mercoledì 30 marzo 2016

Sea kayaking with Gordon Brown: tre DVD imperdibili!

Prometto che appena riprendo a pagaiare cambio discorso e smetto (almeno per un po') di scrivere soltanto di libri e DVD.
Ma i tre video didattici di Gordon Brown meritano davvero!
Avevo già letto il suo libro "Sea kayak - a manual for intermediate & advanced sea kayakers", regalatomi da un compagno di corso di non so più quanti anni fa. E' stata una di quelle preziose letture che mi hanno aiutato a capire qualcosa di più non solo di kayak ma anche di inglese, riuscendo a sgrossare un po' la ruggine scolastica che da sempre appesantisce il mio povero bagaglio anglofono.
Capire la cadenza scozzese di Gordon Brown è invece tutt'altra cosa, e nonostante parliate un inglese fluente può risultare ostica e straniante (difficile anche per i madrelingua, come mi hanno più volte confermato degli amici inglesi, di cui per pudore e rispetto manterrò il più stretto anonimato!).
Però vale la pena di mettersi d'impegno a guardare i suoi tre DVD, magari col telecomando in una mano per mettere in pausa al momento dello sconcerto linguistico e col dizionario nell'altra per andare alla ricerca dei vocaboli più strambi...
Se il libro in alcune sue parti risulta ormai un po' datato, risalendo al "lontano" 2006, i tre DVD sono invece molto attuali, aggiornati e con le più recenti tecniche di conduzione dell'imbarcazione, di salvataggi e traini e di sicurezza in mare. Quest'ultimo aspetto è trattato con particolare riguardo agli sbarchi sulle rocce trattati nel secondo DVD e alla navigazione in mare formato affrontato in maniera approfondita e professionale nel terzo DVD.


Anche se si rischia di perdere qualche concetto, le immagini aiutano a seguire il filo del discorso e le riprese da più angolazioni permettono di riflettere sulle varie possibilità di esecuzione di ogni singola manovra, dalla pagaiata in avanti alle virate nelle correnti di marea, dagli auto-salvataggi ai salvataggi assistiti.
Tutti i DVD hanno vinto diversi premi e hanno una struttura simile ed accattivante, mescolando le stimolanti sessioni didattiche di Gordon con spettacolari escursioni lungo la costa scozzese, con una chicca d'eccezione nel secondo DVD: un estratto della prima traversata all'isola di St. Kilda nel 1965.
Seguendo i vari link inseriti in questo post si possono acquistare, scaricare oppure vedere solo alcuni filmati a scelta tra i tanti disponibili.
Il primo volume introduce la pagaiata in avanti, le virate, le manovre nelle correnti di marea ed in acque mosse: le brevi escursioni si arricchiscono di momenti speciali, come quello in cui Gordon inizia a cantare all'interno di una grotta.
Il secondo volume offre molte dimostrazioni pratiche, divertenti esercizi di equilibrio e soprattutto tanti suggerimenti su come risolvere gli errori più comuni commessi in kayak, specialmente durante i momenti concitati degli sbarchi. Particolare enfasi è posta sull'uso corretto della cima di traino, che può essere modificata nella sua lunghezza, sia per rispondere meglio alle esigenze del momento che per adattarsi alla perfezione ai diversi tipo di traino che si è scelto di svolgere.
Il terzo volume è quello più tecnico, dedicato a quattro diversi argomenti, uno per ciascun video: come comportarsi in situazioni di emergenza e come interagire con la Guardia Costiera, anche in caso di recupero dall'elicottero; come imparare a navigare, anche di notte, seguendo i consigli di Franco Ferrero, l'autore dell'utilissimo manuale "Sea kayak navigation"; come imparare ad eseguire il rolling in piscina e poi in acqua mossa, seguendo una progressione didattica morbida ed efficace; ed infine come allestire il nostro kit di primo soccorso, seguendo i consigli dell'esperto Rowland Woollwen.
Una summa davvero imperdibile, specie nella conclusione di Gordon: "I hope you've fun, as we have!"

Nessun commento:

Posta un commento

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog