IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

giovedì 26 maggio 2016

Il nostro kit di primo soccorso...

Ogni volta che partiamo per un viaggio, più o meno lungo, ma anche ogni volta che usciamo in kayak per un'escursione giornaliera, stiviamo sempre nel terzo gavone, per averlo a portata di mano anche in navigazione, il nostro kit di primo soccorso.
E' una buona regola per pagaiare sicuri: non siamo mai sicuri di poter evitare tutti i pericoli, ma almeno siamo sicuri di poter contenere le conseguenze - prevedibili ma evitabili - di ogni attività all'aria aperta che, come la nostra, comporta una certa soglia di rischio.
Portiamo con noi tutto l'occorrente per disinfettare, medicare, suturare e se necessario anche trattare una frattura, risolvere un principio di ipotermia o una patologia più seria. In genere, sappiamo cosa fare (e come farlo!) ogni qual volta dovessero rendersi necessari degli interventi di primo soccorso (fino alla rianimazione cardiopolmonare): abbiamo seguito un corso di BLS (Basic Life Support), e anche una serie di corsi di First Aid di uno e più giorni, e ci teniamo sempre aggiornati!
Preferiamo avere ognuno il proprio kit di primo soccorso, stivato nel proprio kayak e con i medicinali adatti alle proprie patologie. Usiamo l'accortezza di riporre ogni cosa in bustine di plastica, sia per tenere tutto separato ed ordinato, sia soprattutto per evitare che si bagni nel caso la sacca stagna dovesse riempirsi d'acqua... ed anche per evitare che l'accidentale fuoriuscita di liquidi o pomate possa impiastricciare tutto il resto!

Il kit di primo soccorso di Tatiana al controllo periodico... 
I nostri quattro kit di primo soccorso e di riparazione...
Ecco come organizziamo il nostro kit di primo soccorso:
Garze e bende di varie dimensioni
Cerotti resistenti all’acqua
Steril-strip per suture
Laccio emostatico
Bisturi monouso
Guanti in lattice
Disinfettante per le mani (conosciuto come gel igienizzante)
Cotone idrofilo (una confezione compressa in un barattolino)
Acqua ossigenata
Ammoniaca
Contagocce
Collirio
Pinzette
Termometro
Protezione solare
Telo termico (detto anche coperta di sopravvivenza)
Forbici di vario tipo (da quelle pieghevoli a quelle per tagliare i tessuti)
Aloe vera o altro antinfiammatorio per dolori muscolari
Sofargen o altro antibiotico per la profilassi delle ustioni
Pasticche di vario genere per le patologie personali esistenti o prevedibili
Nota: le ultime tre voci sono dettate dalle sintomatologie personali – ogni medicinale andrà scelto e stivato in ragione delle condizioni di salute specifiche della singola persona!
Se i farmaci richiedono una prescrizione medica, portarne una copia in viaggio semplifica le cose…

Nessun commento:

Posta un commento

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog