IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

sabato 26 settembre 2015

Newsletter di settembre - ottobre 2015

Ecco la newsletter di Tatiyak di settembre-ottobre 2015.
Il formato è pensato per una mail, trasformato in immagine perde sia la corretta impaginazione che la possibilità di lettura con l'approfondimento dei link relativi alle varie schede...
Se volete ricever la newsletter di Tatiyak, inviateci un richiesta all'indirizzo di posta elettronica tatiyak@tatianacappucci.it ed inseriremo volentieri il vostro nominativo nella nostra mailing list!
Come sa chi la riceve da tempo, la nostra newsletter è introdotta ogni volta da un diverso aforisma, e dopo la sezione dedicata alle attività in programma si passa alle pillole di kayak, al richiamo Inuit e alle notizie dal mondo, come quella dell'incredibile circumnavigazione delle Isole Svalbard!


Se volete partecipare ad uno dei corsi BCU organizzati da Tatiyak potete scegliere tra quelli proposti per questi ultimi mesi dell'anno: c'è un corso 3* BCU a Vietri sul Mare, un corso 4* BCU con Phil Hadley sempre a Vietri sul Mare ed infine, a novembre, un ultimo 4* BCU con Eila Wilkinson e Nigel Dennis a Cannigione in Sardegna!
Se poi volete ordinare una copia del DVD di Justine Curgenven "THIS IS THE ROLL 2", realizzato con i maestri di stile groenlandese Cheri Perry & Turner Wilson, ricco di 3 ore di spiegazioni su ben 22 rolling differenti, non avete che da inviare una mail a tatiyak@tatianacappucci.it.
Se avete altre domande, dubbi o curiosità, non esitate e contattarci :-)

lunedì 21 settembre 2015

Ritorno sul lago...

Ieri è stata una domenica di sole, vento, aria frizzante.
I due Voyager sono finalmente tornati sul Lago Maggiore, dopo la lunga trasferta siciliana: cinque settimane di periplo dell'isola e altrettante per riuscire a riparare la Mauromobile...
E' sempre un piacere pagaiare in compagnia sulla specchio d'acqua di casa, ha qualcosa di familiare e di sorprendente al tempo stesso... e ieri c'era una luce speciale tutt'intorno a noi!

I due Voyager sul Lago Maggiore
Gianni alle fornaci di Ispra
Il ritorno sotto spettacolari pareti a strapiombo... 
Yesterday was a sunny, windy and fresh Sunday.
Our two Voyagers finally came back home, on Lake Maggiore, after the long Sicily Kayak Tour: five weeks paddling around the island and more five weeks to have the car back from the garage....
It's always a real pleasure spend a day paddling with friends on our lake, it's something familiar and unexpected at the same time... and yesterday there was a pretty special light all around us!

giovedì 10 settembre 2015

Mentoring days with Lee Pooley

Ho appena trascorso una settimana indimenticabile in Finlandia.
A poco più di mezz'ora di auto dalla capitale Helsinki, sulle sponde di uno dei tantissimi laghi della regione, sono stata ospite nel cottage estivo della famiglia di Eva-Lotta Backman, la mia amica di kayak conosciuta anni fa ad Anglesey durante uno dei "soliti" simposia internazionali.
L'incontro con Trenk Muller, l'altro fidato compagno di viaggio nel lungo percorso per diventare Level 3 Coach, è stato come sempre emozionante e caloroso: ci conosciamo dal 2009, abbiamo seguito insieme tutti i corsi BCU, a partire dalle 3*, ed ogni volta che ci ritroviamo, anche dopo mesi, è come se ci fossimo salutati la sera prima.
Ci siamo dati appuntamento a Helsinki perchè abbiamo deciso di proseguire insieme la nostra formazione didattica, dopo l'esame da Level 3 Coach che, sempre insieme, abbiamo tentato lo scorso maggio. Lee Pooley è stato in quella occasione il nostro esaminatore e ci è talmente piaciuto il suo stile, la sua chiarezza e competenza, il suo modo di insegnare e di proporre feedback, che gli abbiamo subito chiesto di poter lavorare ancora insieme.
Non è stato semplice organizzare le tre giornate di mentoring con Lee in Finlandia, ma unire le nostre forze è stato come sempre molto proficuo: Eva-Lotta ha tenuto i contatti e ha organizzato tutto nel migliore dei modi, Trenk è arrivato all'incontro carico di tante nuove idee ed io ho scoperto di essere ancora e sempre profondamente innamorata del kayak da mare!
Già l'esame di maggio era stata una esaltante esperienza di apprendimento (a tutto campo, kayakkero ed umano!), l'amicizia con Eva-Lotta e Trenk, poi, si è rivelata sempre più solida e promettente (fondata su rispetto e fiducia reciproci!): questa nuova avventura finlandese ci ha ricaricato!

Meeting point: il cottage estivo di Eva-Lotta (vabbè, anche se non sembra estate!)
Step 1: rileggere i nostri feeback e riflettere sulle osservazioni... 
Step 2: Lee svolge la sua lezione in una cornice incantevole
Step 3: coaching, mentoring and supporting. Fantastico!
Un esempio del lavoro didattico svolto durante le tre giornate...
Lee ci ha anticipato via mail un dettagliato piano di lavoro: rivedere il nostro training per il Level 3 Coach, ragionare sull'esame di maggio, rafforzare ogni singola aree di insegnamento, approfondire le varie modalità didattiche, comprendere a fondo l'importanza del rapporto individuale con l'allievo ("The better you know your students, the better you can support them"). Il tutto per arrivare a sviluppare un nuovo piano di lavoro per la prossima stagione.
Lee ci ha anche proposto di svolgere tre separate sessioni in kayak: la prima con lui nel ruolo di insegnante e noi tre nel ruolo di suoi allievi, la seconda con noi nel ruolo di insegnanti e lui in quello di partecipante attivo e la terza con lui nel ruolo di silenzioso osservatore. Tutte queste sessioni sono state possibili grazie alla generosa partecipazioni di alcune kayaker del locale club di Esbo, alle porte di Helsinki, che per due giorni si sono offerte di indossare i panni di "allieve sperimentali".
Inutile dire che quando Lee ha svolto la sua prima sessione, noi tre siamo rimasti tutti a bocca aperta: ha una straordinaria capacità di insegnamento, intrattenimento ed approfondimento, ha saputo tenere alta la nostra attenzione pur proponendo a ciascuno di noi esercizi differenti ed è sempre stato attento, analitico e perspicace. Modesto, come tutti i grandi insegnanti, ha saputo farci tornare la voglia di rimetterci a studiare per imparare cose nuove! Io non finirò mai di ringraziarlo anche per un'altra infinita serie di piccoli particolari apparentemente insignificanti, che per me hanno invece significato moltissimo, sia sul piano professionale che sopratutto su quello personale!
Le due sessioni che noi abbiamo svolto nel ruolo di insegnanti con le "allieve sperimentali" finlandesi sono state altrettanto produttive: in una abbiamo lavorato a soggetto, improvvisando sulle richieste delle allieve (io vorrei praticare meglio gli spostamenti laterali, io invece mi sento insicura sugli appoggi e così via), nell'altra invece abbiamo proposto noi alle allieve un argomento da approfondire, sia per migliorare la loro competenza tecnica che per rafforzare la nostra capacità didattica.
Lee ci ha anche fatto riflettere sui feedback che avevamo ricevuto dopo il nostro esame di maggio, ci ha chiesto di individuare le nostre aree di forza e di debolezza e ci ha invitato a considerare le differenze tra il corso da Level 2 Coach e quello da Level 3 Coach. Ci ha ripetuto spesso che il Level 3 Coach è la più alta qualifica pratica della BCU ("this is the highest practical qualification"), visto che il Level 4 Coach in via di definizione avrà un profilo accademico (master o Phd).

Il club di kayak di Esbo, appena 500 iscritti :-)
Lee introduce le due allieve volontarie ai lavori della giornata...
Una volta rientrati a casa, altri lavori da svolgere...
Lee all'opera: elaborare feedback è un'arte!
Di nuovo insieme!
Il lavoro è stato tanto, e duro, come spesso succede quando concentriamo in poche giornate molte attività didattiche teoriche e pratiche. Lee ci ha tenuti a lavorare dalle nove del mattino fino a mezzanotte passata, buona parte del tempo in kayak, ma gran parte a tavola a discutere di modalità di insegnamento, di schemi tecnici, di concetti didattici. Tutto sempre in inglese, obviously, ma stavolta non ho fatto la minima fatica. Sarà stata l'aria frizzante della Finlandia, la compagnia di due amici speciali come Eva-Lotta e Trenk, la chiarezza espositiva e l'inglese impeccabile di Lee, la sua grande carica umana, la fame di apprendimento che ha riconosciuto in ognuno di noi... Sarà stata anche l'estrema disponibilità delle allieve contattate da Eva-Lotta, la familiarità con cui abbiamo svolto le lezioni, la gioia condivisa di essere in kayak tutti insieme... Sarà stata forse la voglia di scoprire cose nuove, la curiosità insaziabile di altro, il bisogno di condividere esperienze, il desiderio di crescere insieme, la passione comune per il kayak da mare...
Qualunque cosa sia stata, ne è risultata un'alchimia perfetta!
Sono state tre giornate ricche e belle!
Ora possiamo elaborare un dettagliato piano di lavoro per il prossimo inverno, ognuno nel proprio paese, ognuno coi propri "allievi sperimentali", ognuno con il proprio blocchetto di appunti: se tutto va secondo i nostri piani, a maggio rivedremo Lee nel suo Devonshire (UK) per altre giornate di mentoring, prima di affrontare di nuovo l'esame finale da Level 3 Coach.
Lee ci ha salutato dicendo e ripetendo: "There is no reason why you can't continue to support each other". Non c'è stato bisogno di guardarci negli occhi, con Eva-Lotta e Trenk, per sapere che continueremo a lavorare insieme, a sostenerci a vicenda e ad alimentare la nostra amicizia...
Diventare Level 3 Coach è una delle esperienze più lunghe, faticose, entusiasmanti, istruttive ed esaltanti che mi sia mai capitato di vivere da quando ho iniziato ad andare in kayak!

mercoledì 9 settembre 2015

Finland experience: WOW!

Sono finalmente riuscita a visitare un piccolo angolo di Finlandia e sono rimasta affascinata!
E' un paese meraviglioso, pieno di colori e profumi, ricco di boschi di pini e betulle, di laghi piccoli e grandi un po' ovunque, di aringhe affumicate e salmone in tutte le salse, di mercatini all'aria aperta sulle rive del Mar Baltico, di bella gente che parla una lingua cantata che anche se incomprensibile è sempre molto piacevole ascoltare e... nei bagni dell'aeroporto, invece della solita musichetta di sottofondo, cinguettano gli uccellini!
La "scusa" ufficiale era raggiungere in quel di Helsinki Eva-Lotta Backman, la mia amica di kayak finlandese, e Trenk Muller, il mio compagno di tutti i corsi BCU, per seguire insieme tre giorni di lezioni guidate con Lee Pooley, il nostro esaminatore all'esame da Level 3 Coach dello scorso maggio che abbiamo ora scelto come nostro nuovo mentore per "proseguire gli studi" (ne parlo nel post di domani).
Con la scusa, sono rimasta qualche giorno in più a godermi il paese nordico: ho pagaiato con Trenk lungo tutto il periplo del piccolo laghetto di Solvalla, dove Eva-Lotta ha uno spettacolare cottage estivo di famiglia, ho fatto un bagnetto veloce nelle sue acque freddine e scurette, di un bel marroncino carico di foglie marcescenti e bacche e rametti, ho passeggiato liberamente per la capitale, perdendomi tra i suoi vicoletti ordinati e pieni di negozietti di dolciumi, moda e design alla Alvar Aalto, ho persino guidato un'auto in prestito lungo i viali alberati di Helsinki, ammirando le piste ciclabili, i semafori sonori per non udenti, le linee del tram silenziosissime, le fermate del treno nel cuore dei centri commerciali, le mamme che sciamano in ogni direzione con le carrozzine rivestite di coloratissimi teli antipioggia.
Ho anche avuto la fortuna di partecipare ad una escursione notturna organizzata dal club di kayak di Esbo, che ha una sede invidiabile immersa nel bosco e che vanta più di 500 iscritti (giuro, 500!).
Ulla, Anu, Mare e Renete sono state così carine da accogliermi nel gruppo e da farmi da guida intorno all'arcipelago composto da infinite isole, isolette e scogli che circondano a corona la capitale. La temperatura non era già più quella del lago e non ho minimamente pensato di farmi un bagno, ma imbarcarsi dal pontile nel tardo pomeriggio, pagaiare fino al tramonto, scendere su scogli levigatissimi e scivolosissimi, montare il campo vicino ad un'area perfettamente attrezzata per il campeggio libero, cenare tutte insieme intorno al tavolone di legno ed assistere ai lavori di preparazione della (loro) pagaiata notturna è stato senza dubbio il modo più bello per chiudere una indimenticabile settimana finlandese!
Grazie Eva-Lotta per avermi accolta in famiglia e coccolata fino all'ultimo minuto... a presto!

Eva-Lotta's family summer cottage
Relaxed paddle on the Finnish lake
Water temperature at 20°C, he said!
Tipical Finnish rocks
It was a veeery realxing day out there!
That was the Finnish lake near Solvalla, half an hour car drive from Helsinki
And this was the archipelago we paddled around. Destination: island number 14!
The local sea kayak club in Esbo: well organized and very cozy :-)
Launching from the pontoon like a flower
That's the landscape in the Baltic Sea in Finland...
... and this is a sunset over there
Night navigation is coming!
Perfect camping area for a perfect breakfast
It seems to be winter time, but it's just the end of the Finnish summer :-)
Lovely ELBA!!!
I finally went to Finland and I really fell in love with that country!
It's a land full of colours and perfumes, rich of forests and lakes, the capital Helsinki is animated by street markets and the people talk an intelligible language that is very pleasant to listen at and... on the airport toilets ther is not the common music but the twitting of different birds!
The official "excuse" for me to go to Finland was to meet one more time my good Finnish friend Eva-Lotta Backman and my paddler buddy Trenk Muller from Germany, my sea kayaking mate in every single BCU course I jumped in untill now. We all met Lee Pooley for two mentoring days on our Level 3 Coach training. After our first assessment (attempt) on last May, we asked Lee to become our mentor and now we all are looking forward for more learning experiences with him (read next post).

The "excuse" was good enough to spend in Finland some more days: I had the opportunity to paddle with Trenk around the little lake Solvalla, where Eva-Lotta has a wonderful summer cottage; I also try a short swimm in the brown and cold lake's water; I then spent some time walking around the capital center, looking at its enchanting shops of sweets, fashion and design; I even drive the Eva-Lotta's car along the capital's streets, fascinated by cycling lanes, trafffic lights for deaf person, railway and tram so silents, train's stop in the middle of the shopping center and lots of young mother pushing ahead strollers with coloured waterproof cloths.
I also was so lucky to be aprt of a night navigation organised by some women from the local sea kayak club in Esbo (they have more than 500 members!): Ulla, Anu, Mere and Renete were so kind to accept me in the group and guided me along the archipelago just in front of Helsinki. The temperature was not so warm for me but was really impressive to start paddling in the late afternoon, go kayaking untill the sunset, land on some veeery slippery rocks, pick up the tent in a wonderful camping area, have dinner all together around a wooden table and listen to them studying the night navigation. It was the perfect end of a perfect unforgettable week in Finland!
Thank you Eva-Lotta for letting me be part of your family and for snuggling me 'till the last minute... I miss you!