IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci - Mauro Ferro
_____________________________________________________________________________________________________

domenica 25 settembre 2011

Menorca otra vez!

Qualche giorno fa è uscito sul blog di "Menorca en kayak" un bel post dal titolo ad effetto: "Un tocco femminile alla VI Jornades". Mi ha incuriosito e sono andata a leggere. Che sorpresa nel vedere tante mie foto insieme a Carme Adell. Ecco svelato il titolo: al raduno internazionale organizzato da "Menorca en kayak" per il sesto anno consecutivo le sessioni tecniche e le presentazioni serali saranno tenute da donne!
Insieme a Javier Knorr, un grande maestro di kayak, profondo conoscitore della Groenlandia ed autore di un manuale in lingua spagnola che vedrò di farmi autografare.
Il programma è molto intenso: dall'1 al 7 ottobre, navigazione continua in campeggio libero intorno all'isola di Minorca, senza dubbio la più bella delle Isole Baleari. Dall'8 al 10, giornate di corsi, incontri, confronti, esercizi e pagaiate. Ci sarà da divertirsi: qualcuno vuole unirsi al gruppo?


Some days ago I red out on the blog "Menorca en kayak" a beautiful post with an effect title: "A female touch to the VI Jornades". Imagine my surprise to see photos of me together with Carme Adell. So the title was disclosed: the international symposium organized by "Menorca en kayak" for the sixth year will be animated expecially by women!
Together with Javier Knorr, a great sea kayak coach, big expert of Greenland and author of a Spanish manual: I hope to came back home with his autograph on my copy.
The program of the meeting is very intense: seven days of navigation around the Minroca island (surely the most beautiful of the Balearic Islands) and than 3 days of courses, exercises and paddles.
I'm sure I'll have a very good time there: does anyone want to join the group?

domenica 18 settembre 2011

Interesting video

Piove, governo ladro!
Non siamo usciti in kayak, una pioggia battente ha lavato ogni cosa per due giorni consecutivi.
E' salata la luce, si è allagato il terrazzo, sono più volte partiti gli allarmi dei vicini a causa dei tuoni...
Per contenere la voglia di kayak, abbiamo letto, scritto e guardato video sul kayak.
Stiamo sistemando le foto dell'ultimo viaggio a Maiorca ed i ricordi sono ancora molto forti...
Un ottimo palliativo alle meste giornate autunnali è il bellissimo video di Justine Curgenven sulle Isole del Fuoco realizzato alle Eolie nei due anni passati: ci sono tanti amici di kayak, volti noti e facce sorridenti.
Mentre alcuni stanno affrontando la lunga trasferta per tornare ancora una volta in quelle isole da sogno, rivedere quel mare e quel sole è stato emozionante... anche se chiusi in casa!


It's a rainy day!
We have not paddle this week-end, a beating rain has washed every thing for two days.
To contain the desire of kayak, we have read, written and looked some videos about the kayak.
We're still dreaming about our last summer trip to Maiorca...

A good palliative for the bad weather is the beautiful video realized by Justine Curgenven about the Islands of the Fire in the two past years: there are so many sea kayak friends, smiling faces, blue sea and sun. A good way to came back in those dream islands... even if closed at home!

martedì 6 settembre 2011

L'arco della storia: Villefranche - Ventimiglia

Non abbiamo neanche fatto in tempo a disfare i bagagli del viaggio a Maiorca che abbiamo subito ripreso a pagaiare! L'occasione ce l'ha offerta l'amico Toni Pusateri, infaticabile organizzatore di eventi multiculturali, con la prima tappa della manifestazione "L'arco della storia: da Villefranche-sur-mer a La Spezia", pensata in occasione dei 150 anni dell'unità d'Italia.


Siamo stati ricevuti dal sindaco della ridente cittadina nizzarda e siamo rimasti ospiti del locale circolo velico.
Anche se la notte trascorsa in un'unica camerata sotto la volta a botte in mattoni rossi delle sale dei vecchi cantieri navali è stata funestata dai rumori molesti di qualcuno dei partecipanti, immediatamente scoperto e deferito al consiglio superiore dei kayakisti silenziosi.


L'organizzazione impeccabile di Toni ha reso l'evento particolarmente animato, allegro e divertente.
Ogni kayak è stato dotato di bandierine commemorative dell'evento, con il bellissimo logo disegnato da Carlo Pezzana e la bandiera italiana. In attesa dell'arrivo di alcuni kayakers francesi ho colto l'occasione per un auto scatto nell'oblò di un motoscafo ancorato in porto.


La pagaiata in mare è stata lunga, 37 km tra ondicelle irriverenti, scrosci di pioggia e qualche folata di vento contraria. Un paio di traini hanno reso più animata la giornata. Dopo una prima sosta in territorio francese, una pianta di fichi alle porte di Ventimiglia ha sfamato "l'italica flottiglia", che si è subito riversata al ristorante.


Le cameriere gentili e sorridenti devono aver pensato che eravamo in mare da chissà quanto tempo perchè in un attimo abbiamo fatto sparire cozze, fritture e abbondanti piatti di pasta col pesto! Uscendo ci hanno detto che siamo stati "facili da gestire"!


Chissà se la pensa così anche Toni: il secondo giorno ha visto prendere il mare a  4 kayak soltanto.
Gli altri si sono fatti intimorire dal mal tempo ed impensierire dal recupero dell'auto lasciata a Villefranche.
In due però hanno riscattato l'onore dell'intero gruppo, pagaiando fino a San Remo, seconda tappa prevista dell'escursione, e tornando indietro a Ventimiglia dopo un paio d'ore.
Quando la passione per il kayak fa superare i confini geografici è sempre una buona cosa!!!