IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

venerdì 15 maggio 2015

Level 3 Coach assessment...

È stata una delle prove più difficili, interessanti ed entusiasmanti che mi sia mai capitato di affrontare.
Non ricordo di essermi mai sentita così tanto sotto pressione come lo scorso sabato 9 maggio. Neanche per l'esame da 5* BCU (che pure mi sembrava impossibile superare allora!), nemmeno per il mio Level 2 Coach (che avevo preparato con cura durante un'intera stagione!) e, per quanto ricordi, neanche per la mia tesi di laurea (quasi vent'anni fa!).
Il mio esame da Level 3 Coach BCU-UKCC (il vecchio Level 5 Coach BCU!) è stato tutto questo e molto di più!
Non ero sola, per fortuna.
Ho condiviso questa nuova ed intensa esperienza con due amici davvero speciali, Eva-Lotta dalla Finlandia e Trenk dalla Germania. Abbiamo trascorso insieme tutti i momenti che il Symposium di Anglesey ci lasciava liberi per parlare del programma d'esame e per confrontare le esperienze didattiche maturate nei mesi precedenti.
La tensione è un po' calata quando una settimana prima dell'esame abbiamo finalmente consegnato il 'portfolio' ai nostri due esaminatori, Lee Pooley e Sid Sinfield. Ma è salita di nuovo quando Eva-Lotta e Trenk sono tornati dalla loro prova (un esame lungo un giorno, un giorno ciascuno!): avevano facce lunghe e tristi. Non avevano superato l'esame. E nemmeno io l'ho superato, purtroppo!
"Buona prova da Level 3 Coach, ma non ancora abbastanza solida", mi hanno detto al termine della mia giornata.
Mi è mancato il sostegno del mentore con cui avevo scelto di lavorare, dileguatosi a poco più di un mese dall'esame. Non ho quindi mai avuto occasione di mettere in pratica quanto osservato durante i due mesi di permanenza in Galles. Dovrò quindi seguire, come mi hanno suggerito gli esaminatori, almeno un'altra giornata di "insegnamento guidato" con un nuovo mentore! È già in programma!
L'esame è stato un 'training' più che perfetto e ho imparato anche stavolta davvero tantissime cose!
I due esaminatori hanno osservato il mio stile di insegnamento, dandomi consigli preziosi per oltre un'ora e inviandomi osservazioni scritte via mail... Hanno svolto un eccellente lavoro di formazione professionale che mi ha fatto capire moltissimi altri aspetti della nuova didattica BCU. Grazie a loro, e a tutti gli altri 'coach' che mi hanno sin'ora sostenuto, sono certa che diventerò un Level 3 Coach ancora più competente.
Mi ha emozionato (ma non sorpreso!) la grande disponibilità dimostrata dai molti insegnanti incontrati durante questo lungo percorso didattico, (quasi!) tutti pronti a darmi indicazioni utili e costruttive su come gestire la lezione, mettere a fuoco le esigenze degli allievi e strutturare la progressione didattica in modo tale che l'allievo possa imparare e progredire in autonomia.
Le serate trascorse al pub sono state le più proficue, animate da discussioni fitte fitte sulle varie tecniche di insegnamento alternate a sane bevute di sidro e rum (continua a non piacermi la birra!).
Insomma, un'esperienza formativa oltre ogni previsione!!!

Tatiana, Trenk, Eva-Lotta
 It was one of the most difficult, interesting and challenging experience of my paddling life. I don't remember to have been as much stressed as I was untill the last Saturday, May 9th. I wasn't so nervous neither for my 5* sea Leader or for my Level 2 Coach assessment (to say the true, nor for my university degree, almost 20 years ago!) My Level 3 Coach assessment was truly more than that!
I was not alone! I was so lucky to share this strong and deep experience with two very good friends of mine, two special people indeed, Eva-Lotta from Finland and Trenk from Germany.
We spent together all the free moments during the Anglesey Symposium, talking about assessment plan, individualisation, progression and linking sessions... We were little bit more relaxed once we finally gave our portfolios to the assessors, Lee Pooley and Sid Sinfield, one week before the assessment. But I became more and more stressed once my friends came back from their assessment days with no smiling faces. They didn't pass their assessment, and I didn't pass mine as well, unfortunately!
"Good Level 3 Coach behavioyrs, but not consistent", they said to me at the end of my assessment day.
Well, I didn't pass this time. I will do it better next time, probably.
I lost my mentor few weeks before the assessment and I couldn't put in action what I observed during the two months I spent in Wales last winter. I now desperately need to have one more mentoring day at least! I'm already planning it!
The assessment day was a perfect training indeed. I learnt lot of new interesting things and I received lot of feedbacks from the assessors. I'm looking forward for a new assessment day: I really hope to become a competent Level 3 Coach :-) I am endless thankful to all those coaches who helped me during this long-term development process, giving me suggestions and feedback, working with me on the water or simply talking with me at the evening meeting into the pub, analizing the 'dark side' of the "individualisation of student's need" in between a glass of juice and a second glass of rum (I still don't like drinking beer!).

2 commenti:

  1. Nice photo. And great that you gained 2 good friends! Better luck next time with the assessment. I doubt that anyone prepared as much as you have done! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mr. Trenk remember me Jimmy Somerville, the famous '80s singer of "Smalltown Boy"! Does he paddle and sing together? Wow! Vittorio Pongolini.

      Elimina

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog