IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

venerdì 10 aprile 2015

Pagaia Sympsium 2015: simply gorgeous!

What a magic symposium! Que symposium inolvidable!!!
I don't really know from where to start to explain what happened to me last week during the sixth Pagaia Symposium in Llança organized by the local sea kayak club Pagaia Cap de Creus.
Was a long unforgettable special week, full of emotions, kayaking fun, paddling, laughing, eating and drinking! Every single day was unique and memorable and I came back home with my eyes, ears and hearth completely overflowing of smiles, voices, hugs, kisses, jokes and an unbeliveable corks-war at dinner time (a perfect international connection between more than 280 participants!).
We were all involved in talking as much languages as possible to better comunicate among Catalans, Spanish, Portuguese, Italian, French, English, German, Norwegian, Swedish, Danish and Finish people! At least, we all have one common mother language: the language of the kayak! The paddle splash into the water with the same accent all around the world! Paddlers invented a special Esperanto for a new era of sea kayaking! It was simply gorgeous!
I spent the last week at home trying to figure out what happened at what time and where. It did not take long to me to realize that I have to live with this strange mix of strong feelings! The most captivating hodgepodge of emotions I have ever experienced: a giggly flight from Birmingham to Barcelona with Phil, a long drive from Barcelona to Llança with David, a gentlemanly hand-kiss from Greg, an informal conversation with Nigel, a long warm hugh with Rick, a series of never-ending cackles with Eila, Sonia, Kate, Carme, Karola, Isa, Elke, Anna and Eva-Lotta, a deep affinity with Pau, Manolo and Juan-Ramon, a funy binge with Jerome and Jean-Marc, a solid friendship with Trenk, a new fellowship with Pili, a copious crying with Rui (the presentation of his sea kayak expedition to Alaska in the crammed pubblic hall in the old town center was truly amazing!).
I clearly remember the tireless coordination of Jose and Pepe, the perfect organization of each member of the local club Pagaia, the tasty dishes they cooked for us (I was in the right place at the right moment when the giant paella was carrying on into the grand dinner room!). I also remind the fast&full timetable of every day symposium life-style: wake up at 7.00, breakfast at 7.30, coaches meeting at 8.30, general breafing at 9.00, ready on the beach at 9.30, launch on the water at 10.30, lunch time at 13.00, more wet/dry sessions at 14.00, land at 16.30, walk back to the campsite at 17.30, shower at 18.30, presentations at 19.00, dinner at 21.00 (sometimes, the two last tasks were in the opposite order...). I even recall the short nights and the incredibly good (although sooo short) night's sleepings (probably due to the extra night caps!).
The weather was perfect, windy but warm (I finally wear a cotton short-sleeves t-shirt for the first time in more than two months!!!). The paddling fun was more than perfect, with so many activities and sessions and feedbacks and observations and fantastic experiences! The company was really perfect, with lot of new and old friends who I'm looking forward to meet again in the future! The location, the food, the organization, everything was perfect! 
The Pagaia Symposium was perfect, in one word it was simply PERFECT!!!And I can't wait for the next symposium in 2017!
Muchas gracias y hasta pronto!!! Lots of more pictures on facebook and in this photo album...


Once upon a time, in a little village called Llança...
More than 280 sea kayakers, more than 30 coaches, more than 19 languages...
The first day was bit windy out there!
The camping site around the pubblic primary school...
Cars, vans and trailers everywhere!
What a fantastic dinner, all seated in just four mega-big-long tables!
Coaches started work early in the morning...
Pep (on the left) and Jose (on the right) translated in four different languages every day!
An extra-dinner for the coaches: what a fantastic group of talented people!
Italians do it better!
Greg Stamer introduced the Greenland paddle technique session...
Several people in each group: space left not even for shadows! 
Local paddlers leaded groups during the paddle week: Pili was simply perfect!
Luch time on the peeble beach: I really enjoy the sunshine!!!
Costa Brava has a dramatic coastline with many cliffs and caves...
Rockhopping during the BCU 4* training...
Last daily paddle in Cadaques: a wonderful mix of colours!
April, Saturday 4th was our one and only day off. Some coaches spent the day paddling for pleasure! 
My elastic tent was the last one to be taken down!
Heartfelt thanks to Rick, Trenk, Sonia, Eva-Lotta, Yoli, Manolo, Pau & Oriol, Marco & Laura, Pili, Alistair and Greg
for so many special birthday presents!
Un simposio straordinario! Que symposium inolvidable!!!
Non so proprio da dove cominciare per spiegare quel che m'è successo la scorsa settimana durante la sesta edizione del Symposium Pagaia organizzato dal locale club di kayak Pagaia Cap de Creus.
E' stata una lunghissima settimana molto speciale, piena di emozioni, divertimento, risate, mangiate e bevute di gruppo! Ogni giornata è stata memorabile e sono rientrata a casa con gli occhi, le orecchie ed il cuore traboccanti di sorrisi, voci, baci, abbracci, giochi ed un'indimenticabile battaglia di tappi di sughero all'ora di cena (una perfetta trovata goliardica internazionale tra gli oltre 280 partecipanti!).
Siamo stati tutti coinvolti in una babele linguistica, cercando di fare del nostro meglio per districarci tra tutte le lingue ufficiali della comunità europea e per poter comunicare in maniera decente con catalani, spagnoli, portoghesi, italiani, francesi, inglesi, tedeschi, norvegesi, svedesi, danesi e finlandesi! Almeno, i pagaiatori hanno una lingua madre comune: la lingua del kayak! La pagaia chiacchiera col mare con lo stesso accento in tutto il mondo! Noi kayakers abbiamo saputo inventare l'Esperanto di una nuova éra! Semplicemente meraviglioso!
Ho passato questa settimana a cercare di fare mente locale su cosa ho fatto e quando e dove. Ma c'ho messo poco per capire che era impossibile districarmi tra quella fitta matassa di emozioni, una delle più intrigate di tutta la mia vita: il divertentissimo viaggio in aereo con Phil da Birmingham a Barcellona, la una lunga trasferta in auto da Barcellona a Llança con David, il bacia-mano galante di Greg, le chiacchierate con Nigel, il caldo abbraccio di Rick, la serie infinita di risate con Eila, Sonia, Kate, Carme, Karola, Isa, Elke, Anna ed Eva-Lotta, la bella intesa con Pau, Manolo e Juan-Ramon, le ciucche clamorose con Jerome e Jean-Marc, la solida amicizia con Trenk, la nuova sintonia con Pili, le lacrime d'emozione con Rui (la presentazione del suo viaggio in Alaska in una sala stracolma di persone nel centro storico del paese è stata davvero sorprendente!).
Mi ricordo bene dell'infaticabile lavoro di coordinazione di Josè e Pepe, della perfetta organizzazione di tutti i membri del Club Pagaia, dei piatti deliziosi che hanno cucinato per noi per ben due serate (ero nel posto giusto al momento giusto quando è entrata in sala la paella gigante e fumante!). Mi ricordo anche della rigida tabella di marcia di ogni giornata: sveglia alle 7.00, colazione alle 7.30, incontro con gli insegnanti alle 8.30, riunione generale alle 9.00, pronti in spiaggia alle 9.30, in acqua alle 10.30, pranzo al sacco alle 13.00, altre lezioni in acqua alle 14.00, sbarco alle 17.00, passeggiata verso il campeggio alle 17.30, doccia alle 18.00, presentazione di viaggi e libri alle 19.00, cena alle 21.00 (talvolta i due ultimi appuntamenti avevano una sequenza invertita...). Mi ricordo persino delle notti cortissime e dei soporiferi sonni in tenda (favoriti probabilmente dagli immancabili bicchierini della staffa quando era ormai da tempo scoccata la mezzanotte!).
Il tempo è stato perfetto, ventoso ma caldo (per la prima volta dopo tre mesi ho finalmente indossato una maglietta di cotone a maniche corte!). Le pagaiate sono state perfette, condite di così tante nuove esperienze, sessioni ed osservazioni! La compagnia è stata perfetta, con talmente tanti amici vecchi e nuovi che non so proprio quando troverò il tempo per incontrare tutti di nuovo! Il posto, il cibo, il raduno, ogni cosa è stata più che perfetti, tanto che non mi capacito di dover aspettare altri due anni prima del prossimo evento!
Il Symposium Pagaia è stato perfetto, in una parola semplicemente PERFETTO!!!
Muchas gracias y hasta pronto!!! Tantissime altre foto su facebook ed in questo album...

1 commento:

  1. Marco ha riportato delle bellissime impressioni dal Symposium Pagaia 2015:
    http://aglux.blogspot.it/2015/03/symposium-llanca-2015-i-workshop.html
    Anche Manolo Pastoriza ha scritto del Symposium Pagaia 2015 sul suo blog:
    http://manolopastoriza.blogspot.it/2015/04/regreso-del-simposium-llanca-2015.html
    Buona lettura a tutti: ci vediamo a Llança nel 2017!!!

    RispondiElimina

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog