IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

martedì 7 ottobre 2014

3 star course in Alghero

Ogni volta mi scopro a pensare che l'ultimo corso è stato il più divertente di sempre.
Deve essere per l'immutata voglia di entrare in acqua, di giocare ancora con kayak e pagaia, di farmi contagiare dall'entusiasmo dei partecipanti... o forse per il mare pulito, l'acqua cristallina, i colori accesi, oppure per il sole caldo anche ai primi di ottobre, per la brezza che increspa la baia, per i contorni pennellati della costa... o magari solo per la magia che sprigiona il navigare.
Il corso 3 stelle BCU di Alghero è stato tutto questo e molto altro: accoglienza calorosa, allegria condivisa, puntualità svizzera, attenzione smisurata, energia inesauribile, curiosità incontenibile...
Le domande si sono susseguite a ritmo incalzante, le prove in acqua si sono dilatate ogni giorno di più, le pause del pranzo sono sempre state dedicate alla teoria e, cosa mai avvenuta prima, abbiamo dedicato un paio d'ore a "prendere appunti": ogni singola manovra è stata scomposta, analizzata e schematizzata in un gioco ribattezzato "le tre parole chiave" che diventava via via più avvincente...
La presenza di due impareggiabili angeli custodi, poi, ha reso il corso doppiamente proficuo: Nico e Giulio ci hanno raggiunto da Roma per completare il tirocinio degli aspiranti Istruttori di secondo livello FICK e non solo hanno dimostrato di essere più che preparati per condurre corsi di kayak da mare in piena autonomia, ma hanno anche contribuito a creare un clima di grande divertimento pur nella prolungata fatica degli esercizi tecnici...
Le ragazze presenti, infine, hanno sorpreso tutti per costanza, caparbietà e determinazione: mai mi era capitato di lavorare con un tale manipolo di infaticabili pagaiatrici, mai distratte, mai stanche, mai infreddolite! Persino i traini ed i salvataggi assistiti non li hanno intimorite e hanno sempre eseguito ogni manovra con maestria ed eleganza... perchè il kayak si declina anche al femminile!
E' stato davvero uno dei corsi più belli di sempre!

Il gruppo al gran completo sotto il sole sardo e sulla sabbia farinosa della spiaggia di Fertilia...
Una volta in acqua non sono mai mancate domande e richieste di chiarimenti... 
Da destra Tore, Giancarlo, Claudia, Maria Elena, Lorenza, Tatiana, Adriana, Stefano e Antonio tra i due "angeli custodi" Giulio e Nico... 
L'associazione Kayak Avventura di Alghero ha creato dal nulla una spiaggetta di sabbia fine...
... sull'isoletta del faro rosso, chiamata "Maddalenedda", la meta prediletta di Mirella!
Chissà perchè questo esercizio "cattura" sempre tutti!
Pratica a secco degli appoggi alti continui a pala lunga: Antonio è un modello perfetto!
Avevamo anche una polena che all'occorrenza passava da prua a poppa!
Le ore di lavoro teorico rischiano di diventare noiose: queste sono state divertentissime!
Sarà faticosissimo per la mia amica Mirella rimanere lontana dall'acqua!
Every course seems to be the most amusing ever.
It must be for the unchanged desire to come back to the water, to still play with kayak and paddle, to be infected by the enthusiasm of the participants... or it's maybe due to the clean sea, the crystalline water, the bright colors, or the warm sun despite the beginning of October, the water get choppy by the breeze, to the line of the coast over the horizon... or it's just the magic sound of sea kayak navigation.
The BCU 3 stars course I runned in Alghero has been all of this and much more: friendly welcome, high attention, inexhaustible energy, uncontrollable curiosity... lot of questions, lot of sessions, lot of notes, lot of suggestions, lot of feedback... the practise of identify "three key points" for each manouvers was really very didactical and productive...
I also had two good assistant, Nico and Giulio, who have reached us from Rome to complete the training to became Sea kayak Italian Coaches. They are very well prepared to run courses on their own, and they also contributed to create a relaxed atmosphere using SEL acronym...
The four girls surprised me for their constancy, obstinacy and determination: they were tireless! Even rescue and towing sessions were practised with mastery and elegance... because sea kayak also has a female conjugation!
It was one of the most interesting course ever indeed!

Nessun commento:

Posta un commento

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog