IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

domenica 2 febbraio 2014

I giorni della Merla sul Lario...

Perché mai trascorrere le giornate più fredde dell'anno sulla parte più fredda del lago più freddo d'Italia?!?
Ma per il piacere della compagnia, ovviamente: 3 donne su 10, ben equipaggiate e con grandi sorrisi!
E delle pagaiate nelle nuvole (non nebbia, sia chiaro!): speravamo nevicasse, ma c'erano ben 4 gradi!
Senza dimenticare il buon mangiare: dopo 22 km nel gelo, d'obbligo pizzoccheri, sciatt e tarot valtellinesi!
Il vino è stato abbondante, come le risate sia in acqua che a terra, prima al bar e poi al ristorante...
Ecco perchè Luciano Belloni insiste sempre co' 'sto raduno... un appuntamento imperdibile!

Franco, Tatiana, Andrea, Bruno, Anna, Emanuele, Laura, Marco, Luciano e Mauro (in gionocchio)
Pioveva, tanto per non farci mancar nulla!
E non ha mai smesso: MAI!
Why we always spend the coldest days of the year on the coldest part of the coldest lake in Italy?!?
For the pleasure of the company, of course: 3 women on 10, well equipped and with great smiles!
For paddling in the clouds (not fog, for sure!): we waited for the snow, but we had even 4 degrees!
And for good cooking: after 22 km in the cold, we eat local dishes called pizzoccheri, sciatt and tarot!
Wine was abundant, as the hearty laughters both in water and on land, before in the cafe and then in the restaurant... That's why Luciano Belloni always insists to organize the meeting: an unmissable appointment!

1 commento:

  1. Peccato mi sarebbe piaciuto esserci , ma per un impegno non ho potuto.
    Si sono uscito in kayak a Trezzo D'Adda con Alessandro che ha provato il nuovo 550 , per il meteo però siamo stati fortunati più di voi.
    Santino Spada

    RispondiElimina

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog