IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

lunedì 17 dicembre 2012

Foggy and sunny day...

Dopo la neve, la nebbia.
Questo fine settimana pensavamo di trascorrerlo in casa, sotto le coperte, al caldo.
Abbiamo iniziato con i migliori propositi, dedicando l'intero pomeriggio del sabato ad aggiornare il sito di Tatiyak, sistemando la pagina delle newsletter e quella del logbook di Mauro e Tatiana...
Ma non potevamo resistere oltre!
Domenica mattina di buon'ora abbiamo caricato i due greenland e siamo corsi al lago. Non si vedeva, tanta era la nebbia che avvolgeva le sue sponde. Abbiamo rincorso il sole fino alla sponda piemontese e... siamo stati premiati: da dietro lo schermo biancastro che ancora galleggiava sul lago è presto uscito un bel disco arancione che in un batti baleno ha riscaldato guanti, cappelli e calzari. Seppur timidamente, ci ha rincuorato e tenuto compagnia sia durante la pausa pranzo, contraltare ideale al sottile strato di neve che ricopriva la spiaggia, sia nella breve sosta pipa-cactacee sull'Isola Madre. Mauro ha portato la macchina fotografica a fare un giro di una ventina di chilometri, di foto neanche l'ombra!
Prima che venisse giù il freddo glaciale delle cinque siamo sbarcati e scappati a casa, per invasare le opuntie, preparare una torta e guardare un film... insomma, una domenica QUASI casalinga!

Chasing after the sun...
Snow and sun for lunch
Isola Madre east side...
Fog after snow. Last weekend we thought to remain at home and we devoted the Saturday afternoon to update the Tatiyak web site on the newsletter page and on the logbook pages, both for Mauro and Tatiana... But we couldn't resist more than this!
Sunday morning we loaded the two greenlands and we went to the lake.
Due to the fog is was impossible to see the lake shore. So we run after the sun up to the opposite bank and... we finally found a beautiful orange disk behind the whitish screen that still floated on the lake. The sun kept company for the lunch, ideal conterbalance to the thin layer of snow on the beach, and also on the brief stop on the Isola Madre. Mauro took the camera just for a ten miles tour around the lake, no picuters at all!
Before the five o'clock glacial cold, we landed and escaped home, to pot the paddle cactus, cook a cake and watch a movie... in short, an ALMOST home Sunday!

Nessun commento:

Posta un commento

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog