IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

martedì 6 settembre 2011

L'arco della storia: Villefranche - Ventimiglia

Non abbiamo neanche fatto in tempo a disfare i bagagli del viaggio a Maiorca che abbiamo subito ripreso a pagaiare! L'occasione ce l'ha offerta l'amico Toni Pusateri, infaticabile organizzatore di eventi multiculturali, con la prima tappa della manifestazione "L'arco della storia: da Villefranche-sur-mer a La Spezia", pensata in occasione dei 150 anni dell'unità d'Italia.


Siamo stati ricevuti dal sindaco della ridente cittadina nizzarda e siamo rimasti ospiti del locale circolo velico.
Anche se la notte trascorsa in un'unica camerata sotto la volta a botte in mattoni rossi delle sale dei vecchi cantieri navali è stata funestata dai rumori molesti di qualcuno dei partecipanti, immediatamente scoperto e deferito al consiglio superiore dei kayakisti silenziosi.


L'organizzazione impeccabile di Toni ha reso l'evento particolarmente animato, allegro e divertente.
Ogni kayak è stato dotato di bandierine commemorative dell'evento, con il bellissimo logo disegnato da Carlo Pezzana e la bandiera italiana. In attesa dell'arrivo di alcuni kayakers francesi ho colto l'occasione per un auto scatto nell'oblò di un motoscafo ancorato in porto.


La pagaiata in mare è stata lunga, 37 km tra ondicelle irriverenti, scrosci di pioggia e qualche folata di vento contraria. Un paio di traini hanno reso più animata la giornata. Dopo una prima sosta in territorio francese, una pianta di fichi alle porte di Ventimiglia ha sfamato "l'italica flottiglia", che si è subito riversata al ristorante.


Le cameriere gentili e sorridenti devono aver pensato che eravamo in mare da chissà quanto tempo perchè in un attimo abbiamo fatto sparire cozze, fritture e abbondanti piatti di pasta col pesto! Uscendo ci hanno detto che siamo stati "facili da gestire"!


Chissà se la pensa così anche Toni: il secondo giorno ha visto prendere il mare a  4 kayak soltanto.
Gli altri si sono fatti intimorire dal mal tempo ed impensierire dal recupero dell'auto lasciata a Villefranche.
In due però hanno riscattato l'onore dell'intero gruppo, pagaiando fino a San Remo, seconda tappa prevista dell'escursione, e tornando indietro a Ventimiglia dopo un paio d'ore.
Quando la passione per il kayak fa superare i confini geografici è sempre una buona cosa!!!

1 commento:

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog