IL BLOG DI TATIYAK

Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione.
In kayak solchiamo mari, silenzi, orizzonti ed incontriamo nuovi amici in ogni dove...
Così abbiamo scoperto che la terra vista dal mare... è molto più bella!
Tatiana e Mauro

E' nato Voyager

E' nato Voyager
Dopo diversi anni di gestazione, dalla collaborazione con CS Canoe, è nato Voyager, kayak da navigazione a medio raggio. In questa barca ho inserito le caratteristiche che, dopo 25 anni di attività e più di 20.000 miglia pagaiate, ho ritenuto rilevanti per un mezzo destinato a questo utilizzo. Qualche numero: lunghezza 585 cm, larghezza 50 cm, volume 310 lt, peso in VTR 23 Kg. Prima della produzione, il prototipo dovrà superare una fitta serie di test, ma già le prime semplici prove fanno ben sperare... Sarà possibile testare Voyager durante gli incontri dove saremo presenti. Mauro

Voyager è pronto!
Con le ultime modifiche apportate Voyager ha raggiunto la maturità
ed è pronto per la produzione industriale...

Le nostre pagine Facebook: Tatiana Cappucci Mauro Ferro

domenica 7 marzo 2010

Saturday paddle

Di solito usciamo in kayak la domenica perchè il sabato è spesso occupato da incombenze casalinghe o lavorative di vario genere. Questa volta, invece, abbiamo anticipato l'uscita al sabato perchè le previsioni meteo assicuravano una bella giornata di sole, per quanto caratterizzata da rigide temperature ancora invernali che l'indomani avrebbero provocato nevicate anche a bassa quota.


Ci troviamo in quattro, con Gianni e Paolo: 26 km da Monvalle ad Angera e ritorno, passando dalla costa lombarda a quella piemontese per una escursione di poco più di 6 ore, pausa pranzo compresa.
Scegliamo di fare sosta sull'Isolino di Angera, riserva di pesca ai piedi della rocca sulla quale si staglia il profilo massiccio del Castello con le bandiere dei Borromeo agitate dal vento.

  
 

Le lapidi di marmo rendono il paesaggio un poco sinistro e testimoniano di un lontano passato sanguinario:
"Viandante che ti soffermi a ristorarti le membra nella quiete amena di quest'isolino, rispetta questa terra bagnata dal sangue di un martire". Il 27 giugno 1066, infatti, il Diacono Arialdo Alciato "subiva il martirio da mano eretiva e incontinente, consacrando col suo sangue questo lembo di terra angerese".


E' ancora inverno, le vette sono innevate e la brezza punge il viso; rientriamo facilmente con le onde nervose del lago che sospingono i nostri kayak e ci attardiamo per le ultime foto di un paesaggio ormai familiare, ma sempre da scoprire...


We usually paddle on sunday but this week the weather forecasts suggest us to choose a saturday paddle.
We are four and we spent the day paddling for 26 km around the south west cost of Verbano Lake.


We have a stop in a little island called near Angera with a castle in the sky line and some gravestones in the middle of the lawn... to the memory of a mediaeval martyr called Arialdo Alciato.
It is still winter time with snow on the mountains and cold winds to push our kayak... last pictures of a familiar landscape to discover everytime.

Nessun commento:

Posta un commento

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog BlogItalia - La directory italiana dei blog